mercoledì 17 ottobre 2012

Games Day 2012: Impressioni


Il Games Day è avvenuto tre giorni fa e starci è stato veramente un gran piacere. Fin prima di arrivare a Modena, fare tutto il viaggio insieme ad amici e altri hobbisti che ho conosciuto è stato bello, soprattutto per le varie discussioni di liste sul Caos avvenute maggiormanente all'Autogrill.
E appena arrivati a Modena, noi di Torino ci siamo fatti riconoscere quando nel momento della foto con lo Space Marine abbiamo fatto un urlo spaventoso che anche gli orki si spaventano nel sentirlo.
L'evento è iniziato bene, anche se ho dovuto passare un'ora a controllare che il nostro stendardo non cadesse perché gli altri cadevano e colpivano il nostro.
Alle 10:00 ho finalmente potuto osservare le magnifiche opere di grandi hobbisti. Le miniature del Golden Demon erano sublimi, dipinte a livelli incredibili e dalla modellistica fantasiosa. Dico modellistica fantasiosa perché capita sempre di vedere modelli che ricreano un'ambientazione ironica oppure che ci rimanda alla vita reale. Per esempio, in una c'era una kakkola che puntava la pistola contro un'altra perché voleva accaparrarsi i resti di un Sentinel distrutto, e la cosa più ironica è che sula basetta c'era la frase della kakkola con la pistola, che se non ricordo male era: "Non provare a tokkarla!!". Poi ce n'era una che rappresentava un orko mek sopra tre vecchie Cinquecento rottamate e dietro c'era proprio il cartello del centro rottamazione.
Armies on Parade mi ha leggermente deluso. Ovviamente non per la qualità dei lavori, ma per la quantità. Infatti, le mattonelle erano all'incirca una decina e mi aspettavo di più. Comunque faccio i complimenti a tutti quelli che le hanno realizzate, soprattutto a Sergio che frequenta come me il GW Torino e che ha vinto Armies on Parade.
Anche la Table Competition era molto bella, c'erano tavoli che penso non sarei mai riuscito a fare.
Un altro vincitore appartenente al GW Torino è stato il mio amico Lorenzo Pavetto (è pure la persona a cui avevo chiesto di fotografare le miniature FW per me), che come vi dicevo già nello scorso post ha realizzato un magnifico Tau Zombi. Quello che mi ha colpito di più in questa modifica è stata la posizione perfetta del modello. Alcune volte il componente su cui si vuole appoggiare il modello è abbastanza una forzatura, nel senso che si capisce perfettamente che quel pezzo non è fatto per stare sotto i piedi del personaggio. In questo caso, il Tau Zombie stava in ginocchio sul portellone di una Stormraven e vi si appoggiava perfettamente, come se quel portellone fosse una basetta scenica creata apposta per lui. Forse è una cosa che hanno notato pure i giudici, non lo so con certezza, ma posso giurarvi che era molto bello. Non ci vogliono miniature grosse per far colpo.
Sono inoltre stato ad entrambe le conferenze, in cui sono uscite tante belle domande e risposte esaurienti. è stato speigato che i Marine lealisti ora costano di più rispetto a quelli Caotici per il fatto che i lealisti hanno Ed Essi Non Conosceranno la Paura, una regola fortissima per Phil Kelly. Ha anche detto che forse i lealisti costano 1 P.to di troppo, quindi si spera che questa frase venga considerata nella stesura di un nuovo Codex.
è stato anche chiesto cosa ha indotto la GW a mettere gli Angeli Oscuri contro i marine del Caos. Phil Kelly ha risposto che negli altri eserciti ci sono unità che sono molto caratteristiche, come la Compagnia della Morte e la Guardia Sanguinaria per gli Angeli Sanguinari o la Cavalleria Lupi del Tuono per i Lupi Siderali, ma gli Angeli Oscuri alla fine avevano poche cose che li caratterizzavano (solo cose come toghe, cappucci e schemi diversi per terminator, speeder e moto). Perciò volevano aggiungere dei modelli che esprimessero proprio l'essenza degli Angeli Oscuri. L'unica cosa è che i Tattici non sono molto elaborati, cosa motivata dicendo che si voleva dare spazio a decorazioni proprie fatte a pennello. Quindi Phil Kelly ha detto che è stato principalmente una scelta stilistica e di rinnovamento, anche se secondo me si cela anche la questione del nuovo Codex. Un'ultima domanda che mi ha suscitato interesse è stata quella in cui si chiedeva se sarebbero stati introdotti nel Caos anche veicoli volanti che sembrassero maggiormente veri e propri veicoli, ma Phil Kelly ha risposto che era una cosa che si voleva un po' togliere dal Caos, ovvero il solo fatto di trasposizione da lealista a a caotico con l'aggiunta di qualche punta e schemi di colore diversi. L'obiettivo era rendere il Caos vero e proprio Caos, appunto non solo lealisti con punte in più ed è anche questo che ha portato alla realizzazione delle Macchine Demoniache e del Drago Infernale che assomiglia giustamente più a un Helltalon o a un Hellblade che a un qualsiasi velivolo lealista.
Nella successiva conferenza si è discusso molto riguardo alle illustrazioni del Codex Space Marine del Caos, infatti c'era l'illustratore del Codex, ma non è uscito nulla che potesse far trasparire rumors o in generale cose future o motivazioni.
Nel complesso mi è veramente piaciuta questa giornata, un evento a cui sicuramente parteciperò anche nel 2013 e in cui mi cimenterò in Scrap Demon, Armies on Parade e forse anche una miniatura per il Golden Demon.
Prometto che il prossimo anno verrò con la maglietta dell'Astropate, quindi è sicuro che mi riconoscerete e potrò conoscervi.
E per oggi non è finita perché durante la giornata vedrete anche l'articolo in cui parlerò un po' di Horus Heresy Betrayal

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni fin dall'inizio dei tempi