giovedì 9 gennaio 2014

Rumors White Dwarf: un ritorno agli anni d'oro?


Chi di voi ha mai avuto l'occasione di leggere i numeri di White Dwarf di vent'anni fa (diamine, io sono nato vent'anni fa) o vedere almeno com'erano strutturati? Beh, io preferisco di gran lunga il formato del passato, il quale conteneva moltissime cose riguardanti l'hobby. Ora arrivano nuovi rumors sul Faeit212 che fanno presumere un ritorno ad un formato simile a questo.


English

1st source

There will be an announcement this Saturday. The monthly White Dwarf magazine is history. There will be a small weekly white dwarf magazine and a new monthly magazine, called "warhammer: visions", 230 pages strong(!!!). This will start in February.

Also there is a meeting in February for every European "black shirt" in England. Maybe for the new GW website, including FW. :)

2nd source

As a heads up, you're going to be getting emails about "weekly white dwarf mini magazines."
It's called White Dwarf Visions and it's true.
They will focus on talking about the hobby and community more so than being a sales magazine.


Italiano

1a Fonte

Ci sarà un annuncio questo Sabato. La rivista mensile White Dwarf ora è storia. Ci sarà un piccolo White Dwarf settimanale e una nuova rivista mensile, chiamata "Warhammer: Visions", spessa 230 pagine!!! Incomincerà a Febbraio.

C'è anche un incontro in Inghilterra a Febbraio per ogni "maglia nera" Europea. Forse per il nuovo sito GW, che include FW. :)

2a Fonte

Come preavviso, state per ricevere un e-mail riguardo alla "mini-rivista settimanale di White Dwarf".
Si chiama White Dwarf Visions ed è autentica.
Si concentreranno di più sulle discussioni riguardo l'hobby e la community, piuttosto che essere una rivista di vendita.

20 commenti:

  1. In effetti su un post di poco prima di natale sul sito anticipavano che ci sarebbero stati molti cambiamenti al wd dal 2014.. Nel post in cui presentavano i nuovi lavoratori alla rivista. Io lo compro dal 2005, e allora era ancora portato avanti dai team per ogni paese che avevano un largo margine di personalizzazione, di conseguenza un completo ritorno alle origini con articoli sul warhammer italiano lo vedo difficile. Speriamo nel cambiamento migliore possibile :-) Gabriele

    RispondiElimina
  2. Detta così, se sarà settimanale sarà una rivista online, emntre quella mensile cartacea.

    Detto ciò, io ho i vecchi white dwarf, sono dei tesori sia come bg che come consigli/idee per modifiche e liste alternative, non un mero catalogo delle miniature gw a pagamento come ora.

    RispondiElimina
  3. Io il primo numero che presi fu il 9° (Gennaio-Febbraio 1999, racconto di guerra con Angeli Sanguinari contro Eldar e lì decisi il primo esercito che avrei collezionato!) poi acquistai gli arretrati ma che persi durante un trasferimento di reparto (stavo facendo l'Alpino).. in effetti (vuoi anche per un pó di nostalgia) era diverso, si respirava un aria diversa leggendolo, si vedeva passione nella cosa.. ricordo di un articolo per esempio su come realizzare un veicolo a-grav con un flaccone di bagnoschiuma, e ce n'erano molte di cose così :D Speriamo in un bel miglioramento (non so se qualcuno se lo ricorda ma mi sono lamentato più volte dei nuovi WD.. e con questi rumors sembra quasi mi abbiano letto nel pensiero XD )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero nei vecchi WD c'era molta più passione, c'era sempre BG, nuove regole per particolari scenari o un'unità, esempi per modifiche e articoli interessanti. Ora invece sono solo una vetrina cartacea di vendita con immagini e colori esagerati per accattivare il bambino e innamorarsi delle miniature. Purtroppo la gw va sempre più verso una politica strettamente commerciale e ogni cosa è studiata per portare vendite la passione di una volta è ormai svanita.

      Elimina
    2. Esattamente.. Per questo spero in un ritorno alle origini.. Basti fare un esempio, non creano più un elemento scenico che non abbia il 90% di prodotti GW.. invece chi si ricorda del tavolo da gioco per il Formicaio Tempestora in occasione della campagna mondiale di Armageddon? Della stupenda fabbrica e di ciò che la circondava.. l'uso di materiali hobbistici rendeva perfettamente la varietà di architettura presente nell' Imperium :)

      Elimina
  4. Ma io ho l'abbonamento cosa mi fanno prendere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, con l'abbonamento non saprei.. se vogliono fare i signori ti diranno "avrai tutti i numeri della rivista mensile per cui hai pagato senza sovrapprezzo", se invece vogliono fare i barboni ti diranno invece "hai pagato per 12 numeri, ma visto che la rivista è aumentata l'abbonamento vale solo per 10".. se vogliono invece fare i pezzi di merda veri e propri ti diranno "il tuo abbonamento non vale più, la differenza ti verrà scalata dal prezzo del nuovo tipo di abbonamento".. sono solo mie ipotesi comunque, le ho messe in ordine dalla più probabile a quella meno ;)
      Il punto è: se la rivista fosse davvero solo in inglese a te va bene comunque?

      Elimina
  5. Basta non sia una scusa per aumentare il prezzo già alto..

    RispondiElimina
  6. 3,20 € per la rivista settimanale (cartacea e digitale) e 10 € per quella mensile (solo cartacea) entrambe le riviste SOLO in inglese.
    Dopo Escalation anche questi non verranno localizzati.. la cancellazioni degli eventi ufficiali e la BL che ha ritirato i diritti alla Mondadori (dopo la figuraccia). Mi sa che non leggeremo più nulla in italiano a breve.
    La GW si sta ritirando in Albione e non è certo un buon segno anche se in linea con un cambio al vertice che taglia tutto tranne il core business per poi decidere in seguito dove e come impegnare fondi. Altro che tempi d'oro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo! La rivista a 8€ è già carissima, se passerà a 10€ rimarrà per sempre sugli scaffali se non nei loro magazzini. Cmnq la BL sta localizzando i libri dalla Francia è passata alla Germania, speriamo qualcosa in Italia o almeno con qualche casa editrice seria come la Multiplayer. :P

      Elimina
    2. No purtroppo BL dopo il tedesco potrebbe fermarsi oppure cominciare a localizzare in Castellano (spagnolo). Purtroppo l'Italia è un mercato piccolo dove si legge pochissimo e men che meno la fantascienza. Peraltro dopo il trattamento becero di Mondadori la BL non venderà più i diritti a terzi. La risposta che mi è stata data è "se si faranno lo faremo direttamente noi e nessun altro."

      Elimina
    3. Mi inquieta la faccenda del "entrambe le riviste SOLO in inglese.. se davvero faranno una cosa simile credo che perderanno un bel pó di clienti.. alla fine il gioco si basa anche su ciò che leggiamo.. per come sono fatto io so già che pian piano perderò interesse alla cosa nel momento in cui smetterò di leggere WD.. e non venitemi a dire "con un pó di impegno si impara l'inglese, io la rivista la leggo in momenti di relax, senza troppi pensieri e troppe menate.. leggo già molti libri che necessitano di una certa attenzione (in media leggo dai 4 ai 5 libri di storia militare al mese a seconda della loro dimensione) e non mi va di star lì col traduttore in mano per quelle parole di cui non conosco il significato.. l'inglese lo so,lo parlo e lo capisco, ma non è certo la mia lingua madre.. ci saranno di sicuro termini strani e sconosciuti..

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hehehehe XD Ed a cosa passerai?

      Elimina
    2. A cosa sono già passato XD Mi dedicherò solo più allo storico in 100 , 20 e 28 mm ;)

      Elimina
    3. Bello! Io volevo iniziare Flames of War con la scatola con il regolamento in italiano che doveva uscire a Dicembre ma che alla fine hanno posticipato, per ora sto facendo Operation Squad, ho collezionato qualche distaccamento della Bolt Action (Tedeschi, Americani ed Inglesi ciascuno con un reparto di fanteria ed uno di paracadutisti) e tanti (tantissimi) in 1/72 tu?

      Elimina
    4. Io ultimamente mi sto dedicando a dei britannici late (D-Day) in 1/72

      Elimina
    5. Ah, e che cosa stai prendendo? Revell? Sono belli anche i Plastic Soldier ma non hanno ancora fatto il set delle armi di supporto.. i Revell sono ottimi per quel periodo, Italeri sono piuttosto datati e sono più indicati per la campagna d'Italia.. i Caesar invece sono molto belli anche loro :)

      Elimina
    6. La fanteria che ho preso è Plastic Soldier , poi ho iniziato la 11th armoured division con le cingolette Plastic Soldier e il Cromwell Revell :)

      Elimina
    7. I Plastic Soldier sono molto belli (non vedo l'ora che escano le armi d'appoggio inglesi per completare la piccola unità iniziata con la scatola della fanteria ), per i Cromwell uso gli ArmourFast mentre per Sherman Firefly, semicingolati e Churchill uso Plastic Soldier mentre per gli Sherman normali uso quelli Italeri.. Per la composizione degli eserciti uso le tabelle reali (limitando però alle unità combattenti..) per cui un battaglione diventa di 380 soldatini.. Ora sto facendo un battaglione della 1a Divisione Canadese della Battaglia di Ortona (ridenominata "La Stalingrado d'Italia") con una compagnia carri del "Tree Rivers Regiment" :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni fin dall'inizio dei tempi