mercoledì 5 novembre 2014

Chapterhouse vs Games Workshop: la storia


Recentemente, c'è stata un po' di discussione riguardo all'uscita del Tyrannocyte, ovvero il rimpiazzo della Spora Micetica, scomparsa con l'uscita del nuovo Codex Tiranidi. Quest'uscita e la rimozione dei vari personaggi senza modello nei nuovi Codex sono tutte cose collegate alla causa legale tra Chapterhouse Studios e Games Workshop.
Chapterhouse Studios, come numerose altre case produttrici di modelli, produceva kit di conversione per Warhammer Fantasy e Warhammer 40.000 e kit completi per alcuni modelli che Games Workshop non aveva mai prodotto, ad esempio la versione femminile di alcuni personaggi generici, la Spora Micetica e le fortificazioni Xenos.
Games Workshop accusò Chapterhouse di vendere prodotti sotto copyright e la faccenda si è legalmente conclusa con una vittoria da parte di Chapterhouse e un pagamento di $25.000 da parte di GW. Andando nel dettaglio, sui 251 prodotti in questione, Chapterhouse ha vinto su 161.
Questo proprio perché Chapterhouse sfruttava i prodotti di cui Games Workshop non aveva mai prodotto un modello o al massimo un piccolo artwork.

Tutto ciò ha stravolto i piani di Games Workshop, inducendoli ad eliminare dai Codex le unità senza modello e iniziare a produrle in un secondo momento, oltre a cambiare molti nomi. Ecco perché la Spora Micetica, un nome comune che non può essere messo totalmente sotto copyright, è diventato il Tyrannocyte.
Stessa questione per:
1. Guardia Imperiale - Astra Militarum
2. Fanti Scelti - Militarum Tempestus (in inglese sono sempre stati gli stormtrooper, nome che quasi sempre viene ricondotto a Star Wars. Anche se più raramente, anche la Guardia Imperiale può incorrere in questo scontro con Star Wars)
3. Sorelle Guerriere - Adepta Sororitas
4. Gli Space Marine verranno ufficialmente chiamati Adeptus Astartes sulla copertina dei Codex. I primi saranno gli Angeli Sanguinari, che dovrebbero chiamarsi Adeptus Astartes: Blood Angels.


Purtroppo, entrambe le parti hanno sbagliato qualcosa. Chapterhouse avrebbe dovuto sempre descrivere i propri prodotti con nomi generici (come fa Scibor Miniatures, tanto per capirci) e non descrivere i propri Terminator palesemente come "Heresy Era Terminator". Molti prodotti sfruttavano questo trucco, ad esempio le "Teste Mongole per molte miniature in scala 28mm", al posto di un palese "Teste di Furie Bianche per Warhammer 40.000", ma non tutti.
Anche Games Workshop ha sbagliato perché ha lasciato delle unità e dei personaggi senza modello per anni e anni, inducendo ovviamente molte case a sfruttare queste mancanze. Fortunatamente Games Workshop sta iniziando a rimediare a quest'errore e sembra che prima o poi vedremo il ritorno di diversi personaggi e unità attualmente non più esistenti nelle regole.
Chapterhouse, invece, ha vinto la causa, ma in sostanza è ridotta a brandelli e non si sa se la vedremo più in attività. E' un peccato, perché faceva kit di conversione molto belli.

Molti potrebbero dire "Ma Games Workshop ha preso molto da altri prodotti sotto copyright", infatti, potremmo parlare dell'Armatura Potenziata presa da Starship Troopers (il libro), Marbo preso da Rambo, i Genoraptor presi da Alien, etc.
Ma tutto ciò quando è successo? Quando Games Workshop era una casa produttrice con quattro cani e uno sgabuzzino per lavorare (ok, magari non proprio così). Negli anni, tutto si è profondamente differenziato. Ora ci sono decisamente meno somiglianze tra Genoraptor e Alien nei modelli e quasi nessuna nel background (infestare occasionalmente le navi spaziali potrebbe essere escluso, ma lo conto per evitare lamentele). Marbo non esiste più e l'Armatura Potenziata ha delle caratteristiche tutte sue.
Nonostante questo, il geniale popolo di Internet si diverte a trovare, per ogni singola uscita, qualsiasi cosa riconducibile ai nuovi modelli e appartenente ad altri giochi. Questo per mantenere l'usanza del "OMMIODDIO, GW PLAGIOH!!!11!!"

Concludendo, questa lunga causa ha portato molti cambiamenti e si spera che entrambe le parti imparino qualcosa.

8 commenti:

  1. E' sempre bello sapere il perché di queste cose, ma in fin dei conti a noi cosa cambia? Ci sorbiremo le loro modifiche nel bene e nel male come abbiamo sempre fatto

    RispondiElimina
  2. è da notare che sembrerebbe che CH, pur avendo vinto in primo grado la causa, in appello è stata temporaneamente colpita dal blocco di tutti i suoi "assets", al punto che al momento non può neppure vendere i suoi prodotti. una vera vittoria di pirro...

    RispondiElimina
  3. Beh, "stormtrooper" viene ora ricondotto principalmente a "Guerre Stellari" ma in realtà sono il termine inglese per le truppe d'assalto tedesche della Prima Guerra Mondiale (Sturmtruppen).. idem la Guardia Imperiale che deriva perfino dall' antichità.. qui più che "un doverne pagare i diritti di copyright " credo si tratti del "Non poter far pagare i diritti".. e lo stesso vale per altri nomi..
    Dopo aver letto questo post ho dato un occhiata alle immagini dei modelli CH (il sito al momento è KO).. ed in effetti se fossi stato nei panni della GW mi sarebbero girate le scatole anche a me.. dopotutto per i loro kit la CH ha usato le idee di qualcun'altro.. saranno kit di conversione, ma sono palesemente legati ai modelli GW..

    RispondiElimina
  4. Ma parlando di cose serie, notizie sugli Angeli Sanguinari? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, per ora niente. Non ho mai atteso così tanto un'uscita GW.

      Elimina
    2. Io ho trovato due amici con cui dividere la spesa per la scatola con Tirannidi ed Angeli Sanguinari, uno ha da poco iniziato i primi mentre l' altro vuole ampliare il suo piccolo distaccamento di Space Marine, a me verrà il Capitano che non interessa a nessuno dei due :D

      Elimina
    3. Trovo che smezzare in questo modo sia la miglior cosa :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni fin dall'inizio dei tempi