domenica 7 dicembre 2014

Burning Brushes: come sverniciare un modello


Quel giorno arriva per tutti i modellisti, quel fatidico giorno, in cui sofferenza e voglia di sentirsi un po' chimico, con quella voglia di ricominciare da zero, con quella sensazione che ci rende tutti un po' più simili a Savonarola quando è arrivato il momento di bruciare le opere eretiche in un rogo immenso mentre una risata malvagia squarcia un silenzio tombale.

Si tratta del giorno in cui, per un motivo o per un altro, il povero hobbista prende la decisione di sverniciare o ridipingere un vecchio modello dipinto. Ma come fare? Come evitare di distruggere una miniatura dove già ci si è speso in soldi e tempo per la pittura o sacrifici per farla dipingere all'amico di turno?


Esistono diverse tecniche, il primo consiglio per sverniciare un modello, potrà sembrarvi banale, è di farlo in un paio di giorni in cui state sicuri di essere tranquilli e concentrati. E' un lavoro delicato, vi servirà non avere distrazioni e stare lì fermi a fare solo quello.

IL CLASSICO (niente batte il classico, fidatevi, semplice, economico, masterclass)

Prendete il modello, un recipiente abbastanza grande per contenerlo e versate nel recipiente Chante Clair sgrassatore al sapone di marsiglia (non vi sto prendendo in giro, lascia anche un ottimo odore sulla miniatura...che sparirà alla prima stesura di nuovo colore).
Eccezionale, poco costoso, non aggressivo, vi permetterà di sverniciare il grosso della miniatura. Lasciate il modello a bagno per 24 ore, poi con un vecchio spazzolino, e molto olio di gomito, lavorate ad acqua tiepida sul modello strofinandolo ed eliminando quanta più vernice potete.

Non sarà un lavoro perfetto, magari resterà qualche macchia, ma il grosso andrà via, e potrete ridipingere il modello in tutta tranquillità.


LO SCI-FI

I migliori amanti della tecnologia avranno sicuramente sentito parlare delle famose vasche ad ultrasuoni. Piccoli recipienti all'interno cui inserire attrezzi o miniature per ripulirli in velocità e con l'ausilio degli ultrasuoni in poco tempo (la durata è variabile, diciamo qualche ora), rimuove il colore dal modello.
Nota: non le preferisco, a parte che va fatta comunque un po' di attenzione e manutenzione, non ti assicura la qualità del lavoro che potrete ottenere col metodo classico, lasciate perdere, datemi retta...


PAINT STRIPPER

Nuovo prodotto, da poco sul mercato, fa parte della linea di prodotti della AK Interactive che trovate solitamente nei negozi di modellismo statico. Non l'ho provato, ma c'è un video tutorial a dimostrazione della sua efficacia, il costo è intorno ai 4-7 euro a boccetta e dovrebbe funzionare sia su plastica che su resina e metallo.
Potete visionare il tutorial qui
https://www.facebook.com/video.php?v=819077794823994&set=vb.120510311347416&type=2&theater
In ogni caso, fate attenzione: assicuratevi di lavorare su una postazione ben sistemata, su un tavolo che in caso si sporchi non sia un danno (magari con una cerata o qualunque sistema di protezione alternativo per il tavolo) e soprattutto non usate un pennello che vi servirà per dipingere, usate un pennello vecchio che nel caso qualcosa vada storto potete buttare.

C'è poi chi usa altri prodotti... a volte più aggressivi... lasciate perdere, non ne vale la pena ;)

ESEMPIO DI DECOLORAZIONE


ESEMPIO DI DECOLORAZIONE E SUCCESSIVA RIPITTURA

7 commenti:

  1. Io fin dall' antichità (diciamo quando la Guardia Imperiale era tutta di metallo) uso l' alcool denaturato.. ma bisogna fare attenzione ed usare dei guanti di lattice perché può essere cancerogeno in caso di contatto prolungato con la pelle..
    Con quello ho sverniciato un sacco di miniature e modellini statici :)

    RispondiElimina
  2. Ragazzi io vi consiglio il Dettol ,non so se lo vendono in italia ma su ebay lo dovreste trovare,risultato impeccabile anche sulla plastica senza preoccupazioni.

    RispondiElimina
  3. mancano i metodi più classici (oltre allo chante claire):
    - Miniature Metallo: Diluente Nitro (costo circa 2€ per mezzo litro, facilmente reperibile in tutte le ferramente). Il pezzo ritorna come nuovo (viene via anche la colla senza difficoltà). Maneggiare all'aperto e con mascherina
    - Miniature Plastica: Chainte Claire (con molto olio di gomito) o Dettol (reperibile solo online, su ebay al costo di 10-15€) come efficacia è paragonabile al Diluente Nitro per le miniature in metallo

    RispondiElimina
  4. io uso olio per freni. funziona perfettamente anche per la plastica. mi è capitato di lasciare space marine della vecchia scatola anche una settimana in immersione, non le ha corrose ma la vernice è venuta via come un vestitino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo è interessante... ero convinto sciogliesse anche la plastica. Se invece non la intacca potrebbe essere una soluzione più comoda del Dettol visto che quest'ultimo non è reperibile in italia. Anche se ammetto di non sapere il costo dell'olio dei freni (mai comprato direttamente)

      Elimina
    2. pochi euro dal carrozziere ;)

      Elimina
  5. Alcol denaturato cancerogeno? WTF??? :D
    Comunque ottimo articolo!
    Confermo che lo Chante Clair funziona, ma non è eccelso: lascia macchie di primer nei recessi.
    Il diluente nitro per il emtallo è imbattibile!

    A questo proposito grazie per il consiglio del Dettol, lo proverò!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni fin dall'inizio dei tempi