giovedì 28 aprile 2016

Age of Sigmar: tre modi di giocare


Il 25 aprile Games Workshop ha fatto il più grande annuncio da quando è uscito Warhammer Age of Sigmar. Quest'estate il gioco non cambierà, ma si espanderà. Non si passerà da un modo all'altro di giocare, ma sarà possibile scegliere fra tre stili diversi.
Questa novità verrà proposta tramite un nuovo libro che uscirà quest'estate, il cui titolo sarà The General's Handbook. Oggi abbiamo scoperto nuovi dettagli al riguardo, ma partiamo dall'inizio.


Recentemente Games Workshop ha invitato i creatori di tre famose serie di podcast, per la precisione Ben Curry (Bad Dice Podcast), Dan Heelan (Heelanhammer), Wayne Kemp e Russ Veal (Facehammer), per una cena e delle sessioni di playtest. In sostanza, a questi quattro fortunati individui è stato chiesto di leggere il nuovo libro, testarne le regole e fornire opinioni al riguardo. Successivamente, i quattro hanno deciso di registrare insieme un podcast per parlare della loro esperienza, tra cui l'entusiasmo di aver conosciuto Jervis Johnson (posso capirli, avendoci parlato durante il Games Day del 2013).
Quindi ora cosa sappiamo di questo libro e di questi tre modi di giocare?
L'Open Play sarà sostanzialmente quello che è stato Age of Sigmar fino ad ora, ovvero partite precedute da una discussione con l'altro giocatore con l'armata che si vuole e con o senza Piani di Battaglia o Tempo di Guerra.
Il Narrative Play sarà una modalità di gioco che seguirà una storia, permettendo di creare campagne narrative simili a quelle che stiamo vedendo nei libri di The Realmgate Wars.
Il Matched Play introdurrà un sistema a punti per ogni Warscroll e Warscroll Battalion del gioco e sottolineo "del gioco", non solo quelle reperibili nei Grand Alliance o qualsiasi altra Warscroll successiva. Ciò vuol dire che i Warscroll Battalion avranno un costo aggiuntivo e che ci saranno i punti anche per le unità dei Compendium usciti all'inizio del gioco, compresi Re dei Sepolcri e Bretonnia. Ciononostante, il Matched Play non si limiterà ad introdurre i punti, ma comprenderà anche altri nuovi contenuti.
Durante il podcast è stato detto che 2000 punti sarà il punteggio medio per una partita da due ore e mezza usando il Matched Play, inoltre bisogna precisare che durante le partite sono sempre stati usati degli scenari, poiché Age of Sigmar è improntato per il loro costante utilizzo.
Passando ad una visione più generale del contenuto del General's Handbook, abbiamo anche:
- Cinque nuove campagne, tra cui la recente campagna dedicata alle bande da guerra del Caos intitolata Path to Glory.
- Ventidue nuovi Piani di Battaglia che spazieranno dai piccoli scontri alle epiche battaglie in scala End Times in cui vengono coinvolti personaggi iconici.
- Sei nuovi scenari "Pitched Battle". Non sappiamo ancora cosa tratteranno.
- Un sistema per giocare battaglie multigiocatore (nel senso, non solo 1 vs 1) e battaglie a squadre. Per farsi un'idea delle battaglie a squadre, sono stati nominati gli eventi Double che si tengono a Warhammer World.

Secondo i ragazzi dei vari podcast, il General's Handbook sarà un libro per tutti i tipi di giocatore. Se loro hanno già avuto una buona impressione del libro così come gliel'hanno presentato, si spera che i feedback ricevuti portino ad un ulteriore miglioramento. L'idea di poter giocare uno qualsiasi dei tre modi al posto di imporne solo uno mi piace molto e sicuramente il Narrative Play sarà quello che utilizzerò più spesso, quindi attendo con ansia l'uscita di questo libro.
Non mi stupirei se GW decidesse di rilasciare ulteriori dettagli con il passare del tempo, quindi rimaniamo in attesa.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni fin dall'inizio dei tempi