lunedì 22 agosto 2016

Godslayer: Rise of Legends - che cos'è?


Questo è il primo articolo che dedico a questo gioco.
Come sapete, sono stato preso come promoter di Godslayer, un gioco di schermaglie fantasy che si ispira alla mitologia. Questa cosa si è già evoluta, poiché più avanti contribuirò alla scrittura del background delle espansioni Nemesis.
Sapete anche quanto io sia un appassionato di background, ma forse non sapete quanto questa cosa mi accompagni in ogni universo che conosco. Se una storia non mi piace, le meccaniche di gioco potrebbero essere le migliori del mondo, ma non vorrei comunque averci a che fare in ogni senso. Quando mi hanno proposto questo lavoro ero sicuramente interessato, ma volevo conoscere questo universo. Ecco, l'universo di Godslayer mi è piaciuto moltissimo e io adoro parlare di ciò che mi piace. E' anche il motivo per cui ho aperto la seconda pagina Facebook, Il Caffè da Nick.
Con questo primo articolo voglio iniziare a spiegarvi perché mi è piaciuto così tanto.

Con Godslayer, Megalith Games mette in campo tanto materiale, veramente tanto per un libro di BG di neanche 200 pagine.
Ci presenta immediatamente Calydorn, un'enorme terra che funge da punto focale dell'ambientazione e di cui ci vengono date addirittura le dimensioni precise in miglia. Ciononostante, Calydorn è solo una dei vari mondi esistenti nel piano materiale. Al suo interno ci sono altre terre, di cui una distrutta e una abitata da antiche divinità. Sono nove mondi, un chiaro riferimento alla mitologia norrena, ma il piano materiale non è da solo. Ci sono anche i piani elementali, uno per ogni elemento tranne uno: Fuoco, Acqua, Terra, Aria. Questi piani sono separati dal quinto elemento neutro, l'Ombra.
In una realtà tangente ai Piani Elementali esistono i Reami Aethernatos, in sostanza delle dimensioni che formano migliaia di immagini riflesse del Piano Materiale. L'antico Impero Wu-Wei li descrisse come i Grammata, dodici nodi mistici che emanano poteri chiamati Keraunoi. Dove si legano i Keraunoi nascono i piani e dalla Grande Congiunzione si forma il Piano Materiale.
La cosa interessante è che ci sono individui capaci di usare i poteri degli elementi (maghi) e quelli capaci di usare i poteri dei Keraunoi (stregoni), ma i primi sostengono che gli elementi abbiano generato i Keraunoi, mentre i secondi sostengono il contrario.
Ma perché descrivere tutte queste intorno se tanto l'ambientazione si focalizza su Calydorn? Non è solo "è figo descrivere quello che c'è intorno", c'è un motivo ben preciso. Calydorn ospita tanta gente diversa, una varietà di individui impressionante.


Godslayer è un gioco ancora nuovo e poco diffuso, quindi non può certamente permettersi di creare una linea di miniature epica e gigantesca, mica spawnano soldi. Ciononostante, su Calydorn sappiamo bene cosa ci sia, sappiamo cosa potremmo vedere in futuro oltre a cose completamente nuove. Ad esempio, prendiamo i Banebrood. Qui abbiamo una civiltà che si ispira alle più svariate rappresentazioni mitologiche di uomini-animali e mostri orribili e per ora nel gioco di miniature abbiamo cose come ciclopi, orsi con spine gigantesche sul dorso, minotauri e cose simili, ma guardate il libro di BG e vedrete uomini-cinghiale, koboldi, uomini-felino, uomini-bisonte, uomini-cervo, mentre in altre illustrazioni del libro potrete vedere rappresentazioni umanoidi di volpi, tartarughe, rinoceronti e persino elefanti. A dirla tutta, vengono pure nominati degli scorpioni-centauri. SCORPIONI-CENTAURI.
Ma queste sono piccole chicche, ritorniamo al punto.
In Godslayer troviamo una dettagliatissima descrizione di Calydorn, mappe zoomate, dimensioni specifiche del piano, soli, lune, stagioni di cui vengono specificate temperatura e umidità tipiche e popolazioni che lo abitano. Sfruttando dimensioni più piccole del carattere pur mantenendolo leggibile senza sforzo, Godslayer riesce a darti un libro di 175 pagine in cui ti approfondisce la geografia di Calydorn e piani che lo circondano, cinquanta milioni di anni di storia e mitologia dell'ambientazione e un approfondimento delle fazioni giocabili in campo militare, storico, culturale, politico e religioso.


Ma questa è solo una piccola introduzione a questa ambientazione, con l'avvicinarsi del Lucca Comics vi presenterò meglio la storia di Godslayer e delle fazioni che potreste giocare, passando anche per il gioco vero e proprio.
Probabilmente gli aggiornamenti sulle uscite e qualche news le metterò sulla pagina Il Caffè da Nick, mentre sul blog potreste vedere occasionalmente degli articoli riguardanti il BG di Godslayer e magari qualche guida per il gioco. L'Astropate rimane quello che conoscete, voglio solo dare attenzione ad un gioco che mi è piaciuto fin dall'inizio e che sono felice di promuovere. Pensate ad un universo fantastico che conoscete e che vi incanta immediatamente. Ecco, a me hanno aggiunto "Bene, fallo a conoscere ad altri". E' un lavoro, ma alla fine faccio ciò che ho sempre fatto con Warhammer.
Ve ne parlo e son contento.

Ah, più avanti vi parlerò anche dei vantaggi che potrete avere nel caso vogliate iniziare questo gioco, dato che ci sarà un mio codice che vi permetterà di avere materiale gratuito che coprirà i costi di spedizione, come segnalini o anche modelli. Tempo al tempo, vi spiegherò tutto.

3 commenti:

  1. Ma questo codice varrà anche per chi gioca già?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono espresso usando "nel caso vogliate iniziare questo gioco" solo perché di sicuro la maggior parte della gente che mi segue non conosce Godslayer, ma chiunque potrà usare il codice :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni fin dall'inizio dei tempi