martedì 4 ottobre 2016

Godslayer: Gli Halodynes, parte 1


Il primo articolo di background riguardante le fazioni di Godslayer è arrivato! Oggi parliamo degli Halodynes, una fazione il cui aspetto ricorda quello dell'Antica Grecia.
Gli Halodynes sono una civiltà umana divisa in dodici città-stato, create dagli dei e fatte crescere dai Mortali. Essi sono molto devoti agli dei Asrae e questo potere religioso è un'arma a doppio taglio nella loro gestione politica. Dodici città-stato alla pari e ognuna con un culto-tempio influenzano e bilanciano la società, ma allo stesso tempo la rendono incline a degli scontri interni a causa dell'assenza di un dominio centralizzato.
Gli Halodynes si credono individui nobili e superiori, scelti dagli per comandare l'umanità ed effettivamente in passato possedevano così tanto potere da farlo sembrare vero, ma ormai sono arrivati a cinquecento anni di declino che hanno portato alla distruzione di questo potere. Questo declino venne persino accentuato dalla morte del loro re-dio Aesys e di suo figlio Jendor, il semidio che comandava la loro civiltà. Ciononostante, questa discesa non li ha resi deboli e sono ancora una civiltà da cui emergono costantemente eroi che rivaleggiano con quelli delle ere passate, oltre alla presenza di un pantheon i cui avatar sono soliti manifestarsi sul mondo dei Mortali.

Origini

La civiltà degli Halodynes non è sempre stata tale. Un tempo erano una tribù di Ithyan dalla pelle olivastra chiamata Kalkokitans. Essi abbandonarono Volturna centrale e si stabilirono nel continente di Ghorn durante l'Era d'Oro, creando degli accampamenti sulle rovine dell'Impero Minaxon e affrontando orde di Banebrood.
Dopo essere stati cacciati in altre terre e dopo essere sopravvissuti ad ere oscure e di guerre apocalittiche, gli dei Asrae notarono la loro fede incrollabile. Per questo vennero scelti come araldi del loro credo con il compito di creare un nuovo impero, per poi ricevere il personale aiuto della dea Sophana, la quale camminò tra i Kalkokitans insegnando loro le perdute arti della scrittura, dell'agricoltura e della metallurgia. Appresero le discipline militari dell'Impero Minoxan e vennero aiutati in battagli da guerrieri angelici, finendo per reclamare le loro antiche terre d'origine.
Fu così che gli Asrae rinominarono i Kalkokitans con il nome Halo-Dynoi, un termine Kalkokitano il cui significato è "anime potenti". I Kalkokitans iniziarono ad usarlo come vero e proprio nome per il proprio popolo, diventando così gli Halodynes e fondando le città-stato.
Dopo lunghi anni di crescita, forze cosmiche che disprezzavano gli Asrae decisero di mettersi in moto, uccidendo così il re-dio Aesys e suo figlio Jendor, facendo cadere gli Halodynes in un decadimento morale, sociale e territoriale.
GS Fact: Fu durante l'Era d'Oro che i Kalkokitans strinsero un'alleanza con le Amazzoni, anch'esse facenti parte di una tribù di Ithyan. La tribù Amazoni migrò da Volturna fino a Ghorn in tempi più antichi, sotto richiesta dell'Imperatore Minoxan.

Cultura


Sebbene anche loro siano soggetti ai difetti umani come l'avarizia, la corruzione e i vizi, gli Halodynes spiccano per una caratteristica che solo loro possiedono. Sperano in un futuro migliore e perciò cercano di raggiungerlo anche in qualsiasi cosa che fanno nella propria vita. Indossano scintillanti armature e abitano in magnifiche città che celebrano teatro, poesia, atletica, scultura, pittura, matematica e altri tipi di conoscenza. Questa ricerca di superiorità si manifesta anche nei loro usi e costumi, poiché si vestono con vesti fatte di tessuti pregiati e si lavano con saponi aromatici, per poi traslare questa elevazione anche nella propria società, portando in alto i valori di rispetto, buone maniere, usanze e moralità, anche quando il declino non permette loro di rispettarli pienamente.
Come detto prima, sono un popolo molto religioso. Pregano alla mattina, alla sera e prima di ogni pasto, inoltre i templi sono considerati centri della comunità. Per loro la preghiera è una cosa naturale. Essa rafforza gli Asrae del Pantheon Othanon permettendo loro di respingere le orde di Demoni e tenere Valokh, l'Arci-Dio dell'Entropia, intrappolato all'interno della Stella Nera. Per questo li onorano come farebbero con un padre di famiglia.

Non tutti i popoli conquistati dagli Halodynes supportano la loro visione del mondo, ma a milioni si sono adeguati perché in fin dei conti riescono a vivere in mezzo a un popolo istruito dove anche gli schiavi godono delle comodità basilari e di alcuni diritti.

Il popolo degli Halodynes è organizzato in molte città-stato, ma generalmente si parla solo di dodici di esse. Dieci sono città-stato principali e due sono città-leghe, ognuna con la propria forma di governo diversa, tra cui possiamo trovare democrazia, oligarchia, monarchia o persino il comando da parte di un semidio.

Sebbene la descrizione di questa civiltà possa far sembrare gli Halodynes degli altezzosi che considerano inferiore qualsiasi altra razza, in realtà la loro storia li ha portati ad avere rapporti con molte persone diverse. Prima di tutti la già citata tribù Amazoni. Questo popolo prevalentemente nomade e composto solo da donne vive a stretto contatto con gli Halodynes, un legame creatosi grazie alla venerazione delle stesse divinità e secoli passati a combattere fianco a fianco. Le Amazzoni hanno delle tradizioni legate ai propri cavalli e la loro presenza così diffusa nelle terre degli Halodynes le rende spesso il normale reparto di cavalleria della maggior parte delle città-stato.
Quando Jendor era ancora in vita e le città-stato vivevano il proprio periodo di maggiore splendore, le colonizzazioni portarono all'assorbimento del regno situato sulle montagne di Threxia, nelle regioni meridionali del continente Ghorn. Questo regno era composto prevalentemente da Ogre e, con le vittorie di Jendor, divenne il centro della più potente nazione su Calydorn. Ora, invece, è solo una landa impoverita e i mercenari Threxiani possono essere trovati spesso a servire nelle armate dei templi delle città-stato, arrivando a formare una sotto-fazione della civiltà Halodynes.
Come se non bastasse, gli Halodynes mantengono anche delle alleanze con varie Razze Elementali: i Tritoni del Mare Centrale e del Mare di Cristallo; i Silfidi delle Repubbliche Maribiane situate nei cieli, i Draghi di Fuoco di Cinderdale e di Malchaos e i Nani di Pietra di Kalkadia.
GS Fact: Fu Valokh, Arci-Dio dell'Entropia, a divorare Aesys nel 1640 SC, durante l'Era Benedetta. Nel 1647 SC, un avatar di Valokh dstrusse anche il reincarnato Re-Cadavere Jendor, causando il collasso dell'Impero Threxian.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni fin dall'inizio dei tempi