domenica 20 novembre 2016

Momento Review: Orphans of the Kraken

ENGLISH VERSION BELOW

Inauguro oggi Momento Review. Cos'è Momento Review? E' una rubrica dedicata alle recensioni delle pubblicazioni Black Library. Sebbene abbia già scritto delle recensioni in passato, un sondaggio sul gruppo Facebook dell'Astropate mi ha permesso di capire che recensioni più frequenti sono molto ben accette. Ecco quindi che nasce la rubrica apposita per le recensioni, la quale viene inaugurata da una mia recente lettura: Orphans of the Kraken.

Orphans of the Kraken è un racconto breve scritto da Richard Williams e uscito nel 2010 nell'antologia Legends of the Space Marines, per poi essere ripubblicato nel 2013 in Space Marine: The Omnibus.
Questo racconto è il primo ad avere le Falci dell'Imperatore come personaggi principali e si fa carico di raccontarci la tragica storia del Capitolo oltre a portare avanti quella dei protagonisti. Il tutto è raccontato in prima persona dal sergente Tiresias, il quale fu presente alle disastrose battaglie di Sotha e di Miral Prime, già descritte anni prima nel BG generale delle Falci dell'Imperatore. Qui però non vediamo BG generale, non abbiamo una semplice cronaca della battaglia, ma un marine che le ha vissute ed è sopravvissuto dove molti altri sono morti. Orphans of the Kraken porta avanti una storia piuttosto semplice che ogni volta si ricollega senza alcuna forzatura ad un ricordo del passato del capitolo, il quale si rivela essere la parte più interessante del racconto proprio perché abbiamo l'occasione di vedere il punto di vista di un personaggio e non una narrazione esterna. Ciononostante, non fatevi ingannare perché questa non è solo una storia che vuole raccontarvi quante ne abbiano passate le povere Falci, ma ci mostra anche a quali compromessi sono scesi e a quali potrebbero dover scendere.
Tiresias è un personaggio particolare, penso che le sue opinioni sugli altri possano stupirvi, tra l'altro opinioni che vengono usate in maniera molto efficace per passare all'approfondimento di un certo membro della squadra che accompagna il sergente durante tutto il viaggio nella bio-nave tiranide. Il loro compito è cercare sopravvissuti e mentre tentano di portarlo a termine succedono diverse cose interessanti. Gli altri membri della squadra non sono da meno in quanto a particolarità e le loro interazioni tirano fuori tutto il loro carattere.
Questo racconto ha anche un'importanza nel futuro perché ha posto le basi per diverse storie successive sulle Falci (tutte scritte da L J Goulding), tra personaggi che riappaiono in racconti ambientati prima o dopo.

In Orphans of the Kraken è possibile vedere un Capitolo pronto a tutto per continuare a vivere e servire, con personaggi ben caratterizzati, una storia semplice che si infittisce proseguendo e una visione del passato che ci offre un approfondimento in-universe del BG precedentemente raccontato solo su White Dwarf.

8/10

ENGLISH VERSION

Today I inaugurate Moment Review. What's Moment Review? It's a column dedicated to Black Library reviews. Altough I wrote some reviews in the past, a survey on the Astropate Facebook group allowed me to understand that more frequent reviews are appreciated. That's how this column is born. I inaugurate it with a recent reading: Orphans of the Kraken.

Orphans of the Kraken is a short story written by Richard Williams, published in 2010 within the anthology Legends of the Space Marines and later republished in 2013 within Space Marine: The Omnibus.
This short story is the first one to have the Scythes of the Emperor as main characters and it bears the burden of telling us the story of this Chapter and of the protagonists. All of this is narrated by sergeant Tiresias, who was present during the disastrous battles of Sotha and Miral Prime, previously described only in Scythes of the Emperor's generic fluff. We don't see just a report of those battles here, but a marine who lived them and survived. Orphans of the Kraken carries forward a pretty simple story that each time is linked without any forcing to something about the past of this Chapter, which turns out to be the most interesting part of the tale because he have the occasion to see a character POV, not an external narration. Nevertheless, don't be fooled because this isn't just a story that wants to tell how unlucky thos poor Scythes were, but it also shows us what compromises they made and which they could do in the future.
Tiresias is a particular character, I think his opinions about other marines may suprise you, opinions briliantly used to deepen certain characters that accompaines Tiresias during the whole trip in a Tyranid bio-ship. Their job is to look for survivors and while they try to do it severalthings happen. The other squad members aren't different in terms of peculiarities and their interactions bring out all their nature.
This story is important because is has laid the groundwork for several subsequent stories about the Scythes of the Emperor (all wirtten by L J Goulding) which include characters who reapper in stories set before or after this one.

Orphans of the Kraken let us see a Chapter ready for everything to keep living and serving, good characters, a simple story which thickens proceeding towards the end and a vision of the past that gives us an in-universe fluff deepening previously recounted only on White Dwarf.

8/10

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni fin dall'inizio dei tempi