giovedì 3 marzo 2016

Momenti BG 15: Le origini della Fortezza-Monastero su Titano


Esistono delle leggende sul momento in cui sia stata costruita la Fortezza-Monastero dei Cavalieri Grigi, ma qual è la verità?

Tra il 007.M31 e il 008.M31, la giovane scriba Katanoh Tallery scoprì qualcosa di errato nei dati dell’Administratum. Gli errori erano sempre negli stessi posti, c’erano ridirezionamenti di fondi e quantità di carburante errate. Tutti questi dati avevano come destinazione una sola parola: Othrys.
Tallery cercò di approfondire la questione e capire cosa stesse realmente succedendo, finché le sue azioni non la portarono ad essere dichiarata Excommunicate Traitoris. Dovette fuggire e nascondersi, ma, trovandosi sulla Terra, prestò venne intercettata da Nathaniel Garro, Cavaliere Errante e Agentia Primus di Malcador il Sigillita. Garro l’avrebbe arrestata, poi notò una catena dorata a cui era appeso il simbolo dell’Aquila Imperiale e sentì Tallery pronunciare ripetutamente le parole “L’Imperatore protegge”. Garro la riconobbe come una dei tanti convinti che l’Imperatore fosse un dio, perciò la fece parlare. Sebbene Garro non facesse parte di un culto a sua volta, le sue esperienze con la presunta Santa Euphrati Keeler lo avevano segnato rendendolo un fedele. Tallery convinse Garro ad aiutarla, poiché era sicura dell’esistenza di una cospirazione all’interno dell’Administratum.
Tramite ulteriori analisi dei dati e dopo aver abbattuto alcuni Thallaxii, Garro e Tallery non scoprirono il pianeta verso cui venivano ridirezionati i fondi, ma riuscirono a trovare una nave corvette con Othrys come destinazione. Tallery venne messa in una capsula di stasi e Garro andò in uno stato di animazione sospesa.
Quando arrivarono a destinazione e si risvegliarono, non capirono su che pianeta si trovassero, ma trovarono innumerevoli individui in un enorme cantiere atto alla costruzione di un edificio che Garro aveva già visto su Barbarus e su altri pianeti come Baal, Fenris, Macragge, etc. Era una Fortezza-Monastero.
Quando Garro e Tallery vennero scoperti, la resistenza fu vana e alla fine vennero portati al cospetto del leader di questa operazione, il quale si rivelò essere Malcador. Garro chiese spiegazioni, chiese perché stesse costruendo un edificio per un’armata personale, perché non gli bastassero lui e gli altri Cavalieri Erranti, se l’Imperatore sapesse di tutto questo e per un attimo fu anche convinto che Malcador fosse passato dalla parte dei Traditori. Malcador non spiegò tutto, ma disse loro di trovarsi su Titano, che l’Imperatore non ne sapeva nulla e che il progetto sarebbe stato parte delle preparazioni alla guerra in arrivo, non quella in corso. Volle anche uccidere Tallery, ma Garro convinse Malcador a sfruttare le sue grandi capacità intellettive nel proseguimento del progetto.
Evidentemente l’Imperatore non aveva ordinato personalmente la creazione dei Cavalieri Grigi come nella leggenda, ma avrebbe scoperto successivamente l’esistenza di questo progetto. Nel frattempo, la costruzione della Fortezza-Monastero del Capitolo 666 proseguì e Garro se ne andò, ritornando alla ricerca di Euphrati Keeler.

0 commenti:

Posta un commento