domenica 28 agosto 2016

Momenti BG 24: Il destino dei primarchi e possibili ritorni


Con i recenti rumors si è iniziato a parlare molto più spesso di dove siano finiti i primarchi e del loro possibile ritorno. Vediamo quindi di analizzare questo aspetto di ogni primarca.
Attenzione: in questo Momento BG sono presenti spoiler di Praetorian of Dorn e della serie The Beast Arises. Considerata la loro recente uscita, potreste non voler vedere dei grandi spoiler di questi libri. Se volete evitarli, vi basterà non leggere le parti dedicate a Dorn, Vulkan e Alpharius/Omegon.


I – Lion El'Jonson: Ferito durante la Battaglia di Caliban, ora giace nella parte più profonda della Roccia. La sua presenza all'interno della fortezza mobile degli Angeli Oscuri è nota solo agli Osservatori nel Buio e all'Imperatore. Lion è in uno stato di sonno perenne da dieci millenni, in attesa del tempo in cui gli Osservatori nel Buio lo sveglieranno perché ci sarà bisogno di lui.

II – [CLASSIFICATO]: [TUTTI GLI ARCHIVI CANCELLATI]

III – Fulgrim: E' asceso diventando un Principe Demone durante l'Eresia di Horus ed è stato visto per l'ultima volta su Thessala nel 121.M31 mentre combatteva contro Roboute Guilliman. Durante il duello ha tagliato la gola a Guilliman con una lama avvelenata. Slaanesh gli ha donato un mondo nascosto all'interno dell'Occhio del Terrore di cui nessuno conosce la posizione. L'unico ad essere riuscito a trovare questo pianeta è stato Abaddon nel 959.M41, il quale si è guadagnato il favore di Slaanesh donando al primarca uno psionico di Pythos.

IV – Perturabo: E' asceso diventando un Principe Demone dopo l'incidente della Gabbia di Ferro avvenuto nel 014.M31, poco dopo la fine dell'Eresia di Horus. Attualmente vivo, negli archi imperiali vengono citati due suoi interventi. Uno sul pianeta Toil nel 400.M32 uno durante la 10° Crociata Nera. Attualmente risiede nell'Occhio del Terrore, sul pianeta Medrengard.

V – Jaghatai Khan: Sopravvissuto all'Assedio della Terra, l'ultima battaglia dell'Eresia di Horus, Jaghatai Khan resta attivo fino ad una data intorno all'081.M31. Jaghatai e la prima Confraternita delle Furie Bianche, impegnati in una battaglia contro gli eldar oscuri su Corusil V, un pianeta nei pressi del Maelstrom, scompaiono attraverso un Portale della Rete inseguendo un arconte. Da quel momento non si è più saputo nulla.

VI – Leman Russ: Durante la Festa dell'Ascensione dell'Imperatore del 211.M31, Leman Russ parte dicendo “Alla fine ritornerò. Per la battaglia finale. Per il Tempo del Lupo.”. Insieme a lui parte tutta la sua guardia personale, escluso Bjorn. Solo Magnus sa dove si trovi, ma non svela il segreto a nessuno. A differenza di quanto creduto da molti, non parte verso l'Occhio del Terrore, o almeno non è sicuro, è solo una delle tante teorie del Capitolo.

VII – Rogal Dorn: Durante una battaglia contro le forze del Caos, Rogal Dorn scomparve all'interno della nave caotica Sword of Sacrilege. I Magli Imperiali recuperarono solo una mano, attualmente considerata la più preziosa reliquia del Capitolo. Da quel momento è stato considerato morto, ma nel 546.M32, durante la Guerra della Bestia, Vulkan ritorna temporaneamente. Potendo osservare il grande valore di Koorland, l'ultimo Maglio Imperiale rimasto in vita in quel momento, Vulkan dice: “Combatti bene, figlio di Dorn.” disse. “Le tue azioni onorano il suo nome e glielo dirò.”
In sostanza, non si conosce il suo status attuale, ma è uscito vivo dalla Sword of Sacrilege. Senza una mano e chissà quali altre ferite, ma vivo.

VIII – Konrad Curze: I dubbi riguardo alla sua morte risalgono all'Index Astartes II del 2003, con l'uscita della trilogia di romanzi dedicata ai Signori della Notte è stato eliminato ogni dubbio. Curze si è volontariamente fatto decapitare dall'assassina callidus M'shen, la quale è stata uccisa a sua volta da Talos Valcoran. Curze aveva detto ai suoi legionari di lasciarla scappare, pur aspettandosi disobbedienza, infatti Talos trasgredì immediatamente inseguendo l'assassina.

IX – Sanguinius, l'Angelo: Come tutti sappiamo, Sanguinius venne ucciso da Horus a bordo della Spirito Vendicativo durante l'Assedio della Terra. Il suo corpo venne recuperato e ora viene tenuto nel Sarcofago d'Oro all'interno della Fortezza Monastero degli Angeli Sanguinari. L'eco della sua morte è nella memoria della Spirito Vendicativo, infatti Khayon e lo spirito della nave hanno materializzato una sua riproduzione perfetta vicino al ponte di comando.

X – Ferrus Manus: il primarca delle Mani di Ferro venne decapitato da Fulgrim durante il massacro di Isstvan V. Sebbene non sia mai stato recuperato il corpo e le Mani di Ferro credano che possano tornare, la sua testa è bella che andata. Fulgrim l'ha presa e portata a Horus. Inizialmente inorridito, successivamente il Signore della Guerra ne ha ricavato il teschio, cominciando a parlarci occasionalmente.

XI – [CLASSIFICATO]: [TUTTI GLI ARCHIVI CANCELLATI]

XII – Angron, l'Angelo Rosso: il Signore delle Sabbie Rosse è un primarca che ha già fatto la sua comparsa in tempi piuttosto recenti rispetto a molti altri. E' diventato un Principe Demone durante la Battaglia di Nuceria nel 007.M31 e il suo intervento più recente risale al 444.M41, ovvero alla Prima Guerra d'Armageddon.

XIII – Roboute Guilliman: Ferito mortalmente da Fulgrim, gli Apotecari Ultramarine lo misero in un campo di stasi nell'esatto attimo della morte, creando così l'Altare di Guilliman. Sebbene alcuni pellegrini sostengano che le sue ferite stiano sparendo, il semplice funzionamento della stasi smentisce la loro teoria. Anche Roboute è morto.
AGGIORNAMENTO: E in Gathering Storm ritorna, sebbene ciò non cambi la questione precedente. Guilliman viene rimosso dalla stasi e muore, ma Yvraine lo resuscita e Cawl gli permette di rimanere in vita tramite l'Armatura del Fato dotata di supporto vitale.

XIV – Mortarion: Anch'egli diventato Principe Demone, Mortarion è comparso due volte dopo l'Eresia di Horus. L'apparizione più recente è avvenuta nel 901.M41, anno nel quale uccise il Gran Maestro dei Cavalieri Grigi Geronitan per poi essere ingannato e temporaneamente indebolito da Draigo, il quale utilizzò il suo “vero nome”.
AGGIORNAMENTO: Con la Crociata Indomitus e le Guerre della Peste, Mortarion è tornato ad operare nella galassia.

XV – Magnus il Rosso: Magnus è un primarca dall'aspetto piuttosto particolare. Già durante la Grande Crociata aveva l'abilità di cambiare dimensione e forma a piacimento, ma, dopo essere stato fisicamente distrutto da Russ, combinò questa abilità al suo status di Principe Demone.
AGGIORNAMENTO: A volte Magnus decide di apparire ancora simile al suo aspetto durante la Grande Crociata, mentre ora sembra aver abbracciato totalmente la sua forma demoniaca mutata ed è tornato inizialmente in azione per ottenere la sua vendetta contro i Lupi Siderali e far apparire il pianeta Sortiarius nello spazio materiale. Poco tempo dopo ha attaccato la Crociata Terrestre guidata da Guilliman, prima sviandola e poi tentando di ottenere un accesso dalla Rete alla Terra.

XVI – Horus Lupercal: Come con Sanguinius, conosciamo tutti che fine abbia fatto durante l'Assedio della Terra. Dopo essere stato cancellato dall'esistenza nel Warp, Fabius Bile ha tentato di riprodurne un clone usandone il cadavere. Abaddon ha sconfitto il clone perfetto di Horus, per poi eliminare il cadavere e i vari altri cloni imperfetti.

XVII – Lorgar Aurelian: Dopo la fine dell'Eresia e dopo essere diventato un Principe Demone, Lorgar non ha mai più agito. Una volta stabilita la Legione sul pianeta Sicarus, Lorgar si è rinchiuso all'interno del Templum Inficio, proibendo a chiunque di interrompere la sua meditazione. Per millenni è rimasto in questo stato e vi rimane ancora adesso.

XVIII – Vulkan: un altro primarca dagli eventi piuttosto particolari. Poco dopo l'Eresia di Horus lascia le Salamandre, promettendo il suo ritorno durante la Fine dei Tempi. In realtà torna temporaneamente nel millennio successivo, precisamente nel 546.M32. Partecipando alla Guerra della Bestia con il suo nuovo martello Doomtremor (dice di aver perso Dawnbringer), Vulkan affronta direttamente la Bestia ed entrambi esplodono in una reazione a catena devastante che sembra ucciderli. Ora, qui si aprono diversi scenari. Innanzitutto la Bestia sopravvive all'esplosione, quindi Vulkan potrebbe essere vivo da qualche parte, ma in realtà non è questa la vera faccenda importante. Come spiegato nei Momenti BG precedenti, Vulkan viene ucciso dalla fulgurite e rimane morto fino alla sua resurrezione effettuata dalle Salamandre sul Monte Deathfire, però c'è un pantagruelico MA. John Grammaticus, anch'egli un perpetuo colpito dal potete della fulgurite, viene resuscitato per l'ultima volta, poiché l'arma gli ha rimosso la possibilità di ritornare in vita. Non avendo ancora un romanzo di Horus Heresy ambientato dopo Deathfire, possiamo fare le seguenti ipotesi le cui risposte arriveranno solo nel prossimo romanzo di Horus Heresy con Vulkan tra i protagonisti:
Se Vulkan è ancora un perpetuo, allora potrebbe morire ancora durante l'Eresia di Horus e l'esplosione durante la Guerra della Bestia non creerebbe alcuna conseguenza.
Su Vulkan non è più un perpetuo, allora è rimasto vivo fino alla Guerra della Bestia e poi è morto oppure, con minori probabilità, è sopravvissuto. Perché con minori probabilità? Perché gli orki affrontati durante quella guerra hanno grandi tecnologie di teletrasporto, la Bestia potrebbe facilmente aver usato una di esse per sopravvivere, al contrario di Vulkan. E' comunque uno dei primarchi il cui ritorno è possibile, il mantenimento delle sue abilità da perpetuo eliminerebbe sicuramente ogni dubbio.
AGGIORNAMENTO: Vulkan è ancora un perpetuo, potrebbe tornare quando vuole.

XIX – Corvus Corax: come Vulkan, Corax potrebbe ritornare, sebbene qui ci sia un po' meno spazio alle teorie. Intorno al 022.M31, Corax prende una nave e lascia il pianeta Deliverance dirigendosi verso l'Occhio del Terrore. Le sue ultime parole furono “Mai più”. A parte il bellissimo riferimento a Il corvo di Edgar Allan Poe, Corax potrebbe non tornare sebbene sia semplicemente scomparso. Potrebbe tornare nel momento del bisogno come promesso da altri oppure potrebbe non farlo. Forse le sue due parole finali hanno un significato più grande. Ha cercato la redenzione dopo aver creato dei mostri nel tentativo di ripristinare la gloria della propria Legione e alla fine ha deciso di andarsene con “Mai più”. E' possibile che Corax sia andato autonomamente in esilio, quindi il suo ritorno ha le stesse probabilità dell'evento contrario.

XX – Alpharius/Omegon: E qui chiudiamo in grande stile con i due gemelli, preparatevi. Alpharius e Omegon sono identici fino all'inizio della loro collaborazione con la Cabala. Da quel punto in poi iniziano a delinearsi le loro differenze e Omegon arriva a rifiutarsi di obbedire a degli alieni. Omegon possiede anche un'armatura grigia e priva di araldica di cui neanche Alpharius conosce l'esistenza, diventa sospettoso nei confronti del fratello e organizza una missione atta a distruggere una base della sua stessa Legione il cui sistema di piloni impediva alle Furie Bianche di ricevere le comunicazioni che avrebbero permesso loro di sapere del tradimento di Horus. Alpharius, invece, guida uno dei primi attacchi della Guerra Solare, l'ultima fase dell'Eresia di Horus. In un grandioso duello, Dorn usa la lancia di Alpharius per tagliare una mano al fratello, continuando lacerandogli il petto e conficcandogliela nel corpo. Infine, Dorn pianta la sua spada a catena nel cranio di Alpharius, uccidendolo. Sì, è il vero Alpharius ed è morto.
Omegon, pur trovandosi molto lontano, avverte la morte del gemello e diventa distaccato. Quando Horus dice di voler parlare con Alpharius, Omegon ne assume l'identità e va a parlare al suo posto.
E ora spazio alle teorie motherfucking fighe. Innanzitutto c'è la teoria sulla morte di Alpharius che ora cambia radicalmente. Quello ucciso da Guilliman è Omegon o un legionario messo al suo posto, dato che ciò è già accaduto precedentemente?
L'altra teoria, molto più interessante, è quella di Janus, il primo Gran Maestro Supremo dei Cavalieri Grigi. Omegon risulta fortemente il vero lealista tra i due gemelli e possiede pure un'armatura identica a quella di un Cavaliere Errante, i precursori dei Cavalieri Grigi. Nell'audiolibro Mortarion's Heart, il primarca della Guardia della Morte descrive Janus come “un fratello che tradì suo fratello cercando la redenzione per il proprio peccato.” e dice che Draigo e i suoi Cavalieri Grigi rimarrebbero scossi dalla rivelazione della sua vera identità. Nel racconto breve di Horus Heresy intitolato Feat of Iron, invece, Ferrus ha una visione durante la quale vede varie statue che apparentemente rappresentano i primarchi. La terza che vede viene descritta con “Il viso di una terza era diviso a metà, come Janus dell'antica leggenda Romanii.”. In breve, Alpharius è morto e suo fratello potrebbe aver lasciato totalmente la causa della Cabala e la sua Legione diventando Janus.
AGGIORNAMENTO: La teoria su Omegon decade dopo aver scoperto la vera identità di Janus, ovvero il Thousand Son Revuel Arvida.
Infine, ora si aprono anche nuove possibilità grazie alle abilità di Yvraine.

0 commenti:

Posta un commento