domenica 18 marzo 2018

La Quarta Sfera d'Espansione: quando i T'au usano il Warp


Quando doveva ancora uscire l'8a edizione di Warhammer 40.000, Games Workshop aveva parlato di alcuni sviluppi verificatisi all'interno della galassia. Tra questi erano presenti la Quarta e la Quinta Sfera d'Espansione dell'Impero T'au. Sebbene la Quinta fosse un successo, la Quarta veniva descritta come una catastrofe avvolta nel mistero.

Finora ci siamo portati questo dubbio sulle spalle, ma, con l'arrivo del Codex: T'au Empire, poco tempo fa sono uscite le prime voci al riguardo. Inizialmente abbiamo sentito parlare di una catastrofe dovuta alla sperimentazione sui motori Warp, andata male non a causa dei motori, ma a causa dell'assenza di Campi Gellar.
In realtà non è così, la storia è molto più elaborata.

In seguito agli eventi di War Zone Damocles, l'Impero si trovò ad affrontare un blocco totale dei propri ideali espansionistici. L'Adeptus Mechanicus aveva devastato una vasta regione di spazio intorno al nemico; ad est, interi mondi erano stati lasciati privi di vita in seguito al passaggio della Flotta Alveare Gorgon; infine, ad ovest, la Dinastia Sautekh dei Necron aveva preparato le proprie flotte. Come se non bastasse, si era aperta la Grande Fenditura, conosciuta come Mont'yhe'va (Divoratrice di Speranza).

L'Alto Concilio degli Eterei discusse la situazione e, dopo milioni di morti e varie proposte, si giunse a una possibile soluzione. Fin dal loro primo incontro con l'Imperium, la Casta della Terra cercò di studiare il modo in cui l'Umanità riusciva a coprire velocemente distanze così grandi. In War Zone Damocles ci viene mostrato un ulteriore contatto con la tecnologia imperiale, ma sul Codex vediamo le prime vere sperimentazioni.
Dopo decadi di esperimenti tramite l'utilizzo di Sfere da Guerra Kroot e il genio dello scienziato Fio'vre Ka'buto, venne creato un prototipo: il modulo AL-38 Slipstream. Una volta inserito nel sistema di propulsione delle navi adatte a viaggi nello spazio profondo, la sua attivazione avrebbe permesso di creare una potente bolla di antimateria intorno al vascello capace di spararla a una velocità tale da penetrare il tessuto della realtà.
I collaudi permisero di effettuare viaggi di mesi in pochi giorni. Tutto procedette alla perfezione, l'Impero T'au avrebbe potuto oltrepassare la zona sbarrata dalle fiamme stellari causate dall'Imperium senza problemi.

Così iniziò una produzione maggiore di navi equipaggiate con l'AL-38 e nel frattempo venne organizzata la prossima sfera d'espansione. Il comando venne dato a Surestrike, un calmo veterano che ottenne grande prestigio durante la Terza Sfera d'Espansione e che combatté al fianco di Shadowsun durante la battaglia di Baia Mugulath.
La flotta di Surestrike venne radunata a Punto Numenar e Fio'vre Ka'buto espresse la sua preoccupazione riguardo a un uso di così tanti moduli AL-38 ravvicinati, ma il Concilio portò a proprio favore il rateo di quasi totale successo del prototipo. I motori della flotta vennero azionati e così tutto andò nel peggiore dei modi.

L'attivazione di così tanti AL-38 creò una breccia incontrollata nel Warp, la quale inghiottì l'intera flotta lasciando solo un vortice di colori. Le immagini della partenza vennero trasmesse su tutti i mondi setta e l'orrore pervase coloro che le videro, motivo per cui gli Eterei si mossero immediatamente per contenere il disastro e crearono olo-filmati che mostrarono il totale successo del viaggio e l'arrivo della flotta nello spazio sconosciuto. Droni Ricognitori cercarono tracce della Quarta Sfera, ma non si seppe nulla.

Impero T'au ai tempi della Terza Sfera d'Espansione
Dopo anni, la situazione dell'Impero peggiorò, i suoi nemici tornarono ad attaccare e le fiamme delle folli ribellioni armate dovettero essere spente con efficienza, benché non colpissero mai i T'au, ma solo le popolazioni aliene e in particolare gli Umani delle colonie gue'vesa. Con un approccio totalmente difensivo, l'Impero scartò tutti i progetti sull'AL-38 e smantellò ogni sua copia per poi restituire i materiali ai laboratori della Casta della Terra.
Fu in questo periodo che una olo-relè spaziale ricevette il segnale di un drone alla deriva nella Zona del Silenzio. Ciò che rese particolare questo segnale non fu la solitudine di questo drone, ma l'utilizzo di una frequenza criptata vecchia di decenni e con chiavi di sicurezza che corrispondevano proprio al lancio della Quarta Sfera d'Espansione. Navi da ricognizione si mossero per intercettare il drone, trovandosi davanti ad un wormhole nel bel mezzo dello spazio. Recuperando il drone, trovarono le coordinate di una zona molto a nord dell'Impero, conosciuta dall'Imperium come Distesa Chalnath.

La Quarta Sfera d'Espansione era sopravvissuta e gli Eterei ordinarono l'inizio della costruzione di una postazione difensiva conosciuta come Startide Nexus. Un complesso esagonale formato da immense fortezze stellari difese a loro volta da potenti flotte kor'vattra e campi minati ionici. Divisioni della Casta della Terra guidate dal team che creò l'AL-38 Slipstream studiarono il wormhole e infine venne inviata una sonda in modo che potesse raccogliere codici e materiale genetico che provassero definitivamente la sopravvivenza della Quarta. Le analisi confermarono l'identità del Comandante Surestrike.

L'Impero venne nuovamente pervaso dai propri obiettivi di espansione e Shadowsun venne rimossa dalla stasi per guidare la spedizione che avrebbe raggiunto Surestrike dall'altra parte del wormhole. In questo modo iniziò la Quinta Sfera d'Espansione.


Tuttavia, questo non è tutto ciò che conosciamo sul destino della Quarta.
Si diffusero voci riguardanti qualcosa che al tempo assalì le navi della Quarta e distrusse tre quarti della flotta. Dopo un lasso di tempo sconosciuto, qualcosa di orrendamente senziente lì fece fuoriuscire dal Warp, creando il wormhole. Col tempo, la Quarta si rivelò una massa di sopravvissuti il cui animo era cambiato.
T'au silenziosi e dallo sguardo che cercava di evitare sempre quello di coloro che non avevano vissuto le loro stesse esperienze, ma soprattutto xenofobi. La loro avversione nei confronti delle specie non-T'au sfociò nella totale indifferenza nei confronti della sopravvivenza degli stessi ausiliari dell'Impero, per non parlare di perdite non-T'au organizzate intenzionalmente. Si arrivò ad una punizione rituale di molti Comandanti della Quarta e, in seguito alla feroce ribellione Kroot sulla colonia Ky'san, alla rimozione di tutti gli ausiliari dalle forze armate di questa Sfera.


Abbiamo quindi davanti a noi una Sfera d'Espansione estremamente xenofoba e traumatizzata dagli orrori del Warp. Per i T'au, i Demoni del Caos erano orribili creature aliene che li avevano attaccati e decimati, per questo in loro si sviluppò un forte trauma e di conseguenza una forte xenofobia. Nella sezione degli schemi di colore scopriamo anche che alcuni membri della Quarta sono passati dalla parte delle Enclavi di Farsight.
Anche Surestrike è cambiato in seguito a questo trauma, ma ragioniamo un attimo su quali sviluppi vedremo in futuro.
Nel romanzo War of Secrets, in uscita a giugno, vedremo gli Angeli Oscuri scontrarsi con l'Impero T'au, ma gli alieni ci vengono descritti come "a trauma-scarred force of T’au".
T'au che hanno subito un trauma, forse si tratta della Quarta.

Allo stesso tempo, Phil Kelly rilasciò alcuni dettagli riguardanti i T'au di questo romanzo. Il nome del loro comandante è Kais, ma calmate subito i neuroni, non dovrebbe essere nessuno dei due Kais dei videogiochi. Questo Kais, oltre ad avere un nome molto comune nell'Impero, tant'è che pure Farsight ha Kais tra i suoi nomi, era stato descritto come un apprendista di Puretide che rimase trecento anni in stasi, ma con un malfunzionamento. Pur essendo realmente in stasi, rimase cosciente e incapace di muoversi per tutto questo tempo, effettuando costantemente simulazioni di guerra. Ciò lo rese estremamente efficiente, ma abbastanza spietato e fuori di testa.
Ora, è possibile che questo Kais si riveli essere il Comandante di una forza della Quarta Sfera d'Espansione? Non lo sappiamo, ma chiaramente questo T'au non se l'è passata tanto bene.

Ora sapete che fine ha fatto la Quarta Sfera d'Espansione e nel frattempo io attendo War of Secrets per saperne di più.

0 commenti:

Posta un commento