L'Astropate si è spostato su Player.it! Appena possibile tutti i contenuti dell'Astropate saranno trasferiti, ma per ora potete accedervi senza problemi da qui.

martedì 10 aprile 2018

Black Library: Le novità di luglio 2018


Sono arrivate le novità Black Library di luglio 2018 e quindi ho deciso di iniziare a parlare di questi annunci mensilmente, in modo che qualsiasi lettore possa orientarsi tra le prossime uscite senza perdersi nulla.


Una minaccia malevola incombe su Excelsis, un tempo una grande città. Finché il traditore Ortam Vermyre vive, la civiltà non è al sicuro nel Reame delle Bestie. Il Cacciatore di Streghe Hanniver Toll deve affrontare le pericolose acque e giungle della Costa Artiglio per fermare Vermyre prima che possa raggiungere la leggendaria città perduta di Xoantica, poiché all'interno di questa rovina dimenticata giace un artefatto di oscura stregoneria con il potere di rimodellare la realtà stessa: la Scheggia d'Argento. Potranno Toll e il suo compagno, un ex-soldato Freeguild conosciuto come Armand Callis, catturare la propria nemesi in tempo? O Vermyre sfuggirà alla giustizia dell'Ordine di Azyr e devasterà i Reami Mortali?

Nella sinossi tedesca troviamo anche:

...Ortam Vermyre, l'infido giudice della città di Excelsis. 
Insieme alla pericolosa regina corsara Arika Zenthe e al cacciatore di tesori Shev Arclis...

Tutto è nato con City of Secrets di Nick Horth, quinto romanzo della collana Legends of the Age of Sigmar. Il suo enorme successo ha portato Black Library ad annunciare l'arrivo di nuove avventure per i due protagonisti di tale romanzo, motivo per cui il calendario dell'avvento 2017 ha visto l'uscita del racconto breve Callis and Toll: The Old Ways.
Callis & Toll: The Silver Shard è il primo libro di quella che potrebbe essere una nuova serie di Warhammer Age of Sigmar e vede come protagonisti il cacciatore di streghe Hanniver Toll e il suo compagno Armand Callis.
Sulla copertina vediamo proprio questi due, ma dietro di loro vediamo anche l'elfa Arika Zenthe, una capitana corsara già apparsa in City of Secrets. Sullo sfondo, un volto mascherato e incappucciato; forse Ortam Vermyre?


L'Adeptus Arbites è responsabile della legge dell'ordine attraverso i vasti confini dell'Imperium. L'ufficiale appena promossa Shira Calpurnia viene assegnata la sistema fortezza di Hydraphur, sede di una vasta flotta da guerra imperiale che attracca, riarma e ripara in un interminabile ciclo di conflitto. Ma Shira si trova nel bel mezzo dell'azione mentre la sua investigazione la coinvolge nella corruzione dietro a molti tentativi di assassino, la malvagia cupidigia nei confronti di un antico statuto e l'incontro con psionici e assassini. I romanzi di Shira Calpurnia presentano un'unica e originale visione dell'universo di Warhammer 40000 dalla penna dell'acclamato autore di fantascienza Matt Farrer.

Contiene:
- Crossfire
- Legacy
- Blind

La trilogia di Shira Calpurnia, pubblicata tra il 2003 e il 2006, torna con la ristampa dell'omnibus Enforcer.
Il sistema Hydraphur è stato anche recentemente nominato nel Codex: Adeptus Custodes di 8a edizione, dove viene invaso dalla Legione Nera e poi salvato dalle forze imperiali che comprendevano uno schieramento dell'Adeptus Custodes.


L'oscurità si avvicina su Dominicus Prime, una letterale Stagione della Notte che porta con sé presagi, pazzia e strani eventi. Ad ergersi solitario come faro contro l'oscurità è il Monastero dell'Ultima Candela, un tempio dedicato alla sacra luce dell'Imperatore. Mentre vescovi e cardinali competono per il potere e l'influenza, una crisi si delinea tra la Corrente Pellegrina che sta facendo morire di fame le loro mandrie. La discordia abbonda e voci sussurrano di un culto in ascesa, uno dedicato a sangue e orrore. In mezzo a questa polveriera giungono l'Inquisitore Covenant e i suoi seguaci. Attirati sul mondo santuario dalla preveggenza dei Tarocchi dell'Imperatore, arrivano cercando gli agenti del Triumverato, una setta di Horusiani piegati al potere. Covenant è convinto che questi radicali cerchino un'incarnazione, niente meno che un contenitore divino, un santo vivente. A quale scopo, può solo fare congetture, eppure Covenant sa che tutto ciò non può promettere alcunché di buono. Deve contrastare gli Horusiani ad ogni costo. Da questo potrebbe essere deciso il destino del settore.

Dopo Resurrection, Incarnation è il secondo libro della serie The Horusian Wars. John French sta attualmente portando avanti anche una serie di audiodrammi spin-off che raccontano le storie di alcuni agenti dell'Inquisitore Covenant. Si intitola Agents of the Throne e attualmente è composta dai due audiodrammi Blood and Lies e Truth and Dreams.


Tra i confini di un antico relitto spaziale, Seth e i suoi Supplizianti vengono coinvolti in una brutale lotta contro un'orda di genoraptor e la loro stessa natura. Una fame guida questi guerrieri del Sangue, una pareggiate da questi aggressori alieni. La speranza rimane finché i Supplizianti riescono a mantenere il proprio onore, ma qual è la verità che si cela nel cuore di questa nave abbandonata e riuscirà Seth a respingere la rabbia abbastanza a lungo da scoprirlo?

Andy Smillie torna a parlare dei Supplizianti in un nuovo audiodramma che vede questo Capitolo affrontare nuovamente i Tiranidi. Dopo un eccellente lavoro con le pubblicazioni raccolte nell'omnibus Flesh Tearers e il recente audiodramma The Assassination of Gabriel Seth, questa potrebbe essere un'ulteriore aggiunta a una pila di successi.


Mentre la Grande Fenditura strappa la galassia, presagi e oscurità assalgono Mephiston. Nel momento in cui ha maggiormente bisogno della sua vista psionica, i poteri del Capo Bibliotecario sono resi ciechi da qualche forza inesplicabile. Perseguitato da fantasmi dei dannati, il loro scopo incerto, Mephiston prende la propria nave Blood Oath e gli Angeli Sanguinari al suo comando per raggiungere il pianeta Morsus, dove crede che si trovi la fonte della sua cecità psionica. Ma anche Morsus è coinvolto in un conflitto, uno scontro di vecchia data tra l'Imperium e alcuni dei suoi più antichi nemici, chiamati Crociata Fantasma.

Revenant Crusade è il secondo romanzo della serie su Mephiston dopo Blood of Sanguinius. Come successo con il secondo libro del Castellano Crowe, anche qui abbiamo un sequel ambientato dopo gli eventi di Gathering Storm e, ad essere precisi, si può dire anche dopo gli eventi di The Devastation of Baal.
Il grande dubbio di questo romanzo è: da chi è composta questa Crociata Fantasma? Un antico nemico che conosceremo solo ora o il ritorno di qualcosa che abbiamo già visto in passato?


Fin dalla scoperta di Chogoris da parte dell'Imperium, la cultura di misticismo guerriero delle Furie Bianche si è scontrata con gli ideali dell'Unità. Mentre la Crociata arde tra le stelle, il loro enigmatico primarca Jaghatai Khan combatte per preservare il loro carattere distintivo in mezzo a una galassia in cui domina la fredda razionalità. Nonostante il suo isolamento autoimposto, altri nella confraternita dei primarchi cercano di avvicinarlo nella più grande battaglia ideologica di sempre - il posto dei poteri psionici all'interno delle Legioni. Mentre nasce il progetto librarius e l'opposizione ad esso cresce, il Khan deve decidere dove risiede la sua più grande devozione - nella Verità Imperiale o nel proprio retaggio.

Siamo all'ottavo libro della serie Primarchs. Abbiamo visto il Concilio di Nikaea e sappiamo che Jaghatai Khan fu tra coloro che approvarono il progetto librarius, ma non abbiamo ancora visto veramente quei tempi. Con Chris Wraight come autore e Yesugei in copertina, si può dubitare della qualità di questo romanzo?


Mentre l'Imperatore schiera le proprie armate reclamando la galassia per la gloria dell'umanità, una ad una le sue Legioni di Space Marine si riuniscono con i propri primarchi mancanti. La XVIII Legione sta ancora aspettando di trovare la propria vera identità, ignara del fatto che il propri signore sia stato trovato. Nella Divisione Taras, legionari affrontano l'annichilimento tentando un'ultima disperata resistenza contro una mostruosa invasione orkesca. Nel frattempo, su Nocturne, Vulkan ha creato e addestrato una nuova forza di guerrieri. Per lui, ora è il momento di guidare i propri figli in battaglia. Per lui, ora è il momento di indossare realmente il mantello del primarca, non solo per salvare una metà della propria Legione, ma per forgiare un nuovo insieme indivisibile.

E con questo, invece, abbiamo l'edizione limitata dell novo libro di Primarchs. Vulkan: Lord of Drakes approfondisce quanto riassunto nella sezione Exemplary Battles del manuale The Horus Heresy Book Two - Massacre. Vulkan non è ancora al comando della propria Legione e la XVIII è guidata dal Lord Comandante Cassian Vaughn. Proprio in questo romanzo vedremo come Cassian Vaughn venne ferito mortalmente per poi essere sepolto nel Dreadnought che lo rese conosciuto con il nome di Cassian Dracos.
Black Library coglie quindi la grande opportunità di raccontare Cassian prima delle sue apparizioni come Dreadnought nelle sezioni narrative dei manuali Forge World.


Costretta ad unirsi ai ranghi dei nonmorti contro la propria volontà dopo essere stata rapita dal vampiro Adolphus Krieger, la feroce nobildonna Kislevita Ulrika Magdova non può più ritornare alla propria vita mortale ed è costretta a cercare nuovi alleati e un nuovo scopo. Attraversando l'Impero, le viene dato rifugio nella città di Nuln da una congrega di vampiri e insegnato come controllare i propri poteri. Tuttavia, la sua natura testarda la porta presto ad un nuovo pericolo... Leggi la storia delle avventure di Ulrika mentre viaggia negli angoli più oscuri del Vecchio Mondo combattendo vecchi e nuovi nemici, il tutto mentre lotta con i demoni della propria esistenza vampirica. Questa edizione omnibus contiene la trilogia completa di Ulrika la Vampira.

Contiene:
- Bloodborn
- Bloodforged
- Bloodsworn

Con Ulrika the Vampire, la collana Warhammer Chronicles continua a raccogliere le grandi saghe di Warhammer Fantasy in nuove omnibus che abbattono i costi spropositati delle edizioni fuori produzione diffusi su numerosi siti web. Una saga spin-off di Gotrek & Felix, i quali riceveranno la loro prima omnibus all'interno di questa collana nel mese di ottobre.

Le novità mostrate su Black Library, ma Internet è oscuro e pieno di terrori, quindi sappiamo qualcosa in più. D'altronde questo è un altro motivo per cui ho deciso di realizzare questo tipo di articolo, ossia fornire le informazioni non disponibili sul sito Black Library.


The Lords of Silence è il primo romanzo di una nuova serie sulla Guardia della Morte. Black Library ha già pubblicato Endurance di Chris Wraight nel calendario dell'avvento 2017, un racconto breve sulla Guardia della Morte che ha come protagonista il legionario Dragan. Risulta ragionevole pensare che Endurance sia un racconto prequel di The Lords of Silence, soprattutto perché nell'artwork di copertina vediamo un Marine della Peste con elementi di armatura potenziata MkVII e Dragan è proprio un marine "più recente" convertitosi a Nurgle.
La storia sarà ambientata dopo gli eventi di Gathering Storm e chissà vedremo qualcosa di ambientato durante le Guerre della Peste.

Una piccola sezione della copertina di The Lords of Silence è presente nel banner delle uscite di luglio mostrato sul sito Black Library, eppure nessuna delle tre sezioni visibili appartiene ad un libro mostrato in anteprima sul sito. È possibile che Black Library abbia accidentalmente inserito sezioni di copertine provenienti dalle uscite di agosto.


La parte che mostra Fulgrim pare proprio essere stata disegnata da Neil Reborts, illustratore famoso per essere colui che disegna ogni singola copertina della serie The Horus Heresy, motivo per cui questa potrebbe essere una parte della copertina di Slaves to Darkness, romanzo che tratterà tutti i primarchi traditori prima dell'Assedio della Terra.


Questa parte di copertina pare misteriosa, ma in realtà è molto chiara a chiunque segua attentamente le pubblicazioni di Warhammer Age of Sigmar. Durante il più recente Black Library Weekender, C L Werner disse di essere intenzionato a scrivere un romanzo riguardante i cacciatori di streghe dell'Ordine di Azyr. Con il calendario dell'avvento 2017, Black Library pubblicò The Witch Takers di C L Werner, un racconto breve con protagonisti Esselt e Talorcan, due cacciatori di streghe che risolvono un caso nel Reame della Morte. Esselt è una donna e Talorcan è un uomo, quindi è probabile che questa sia una parte di copertina proveniente dal primo romanzo su di loro.


Nagash riporta alla luce un antico rancore nei confronti del Dio-Re Sigmar mentre una feroce nuova guerra tra i viventi e i morti scuote i Reami Mortali.

I Reami Mortali tremano con una guerra infinita. In Shyish, il Reame della Morte, un antico male si muove, percependo un'opportunità. Nagash, Re Imperituro e Dio della Morte, posa il proprio sguardo sulle cittadelle dei viventi e i servi di Sigmar, il Dio-Re di Azyr. Un tempo alleati, uniti contro le macchinazioni dei Poteri Perniciosi, ora i due dei si trovano ad essere nemici. Nagash, nel quale arde il bisogno di vendicare un vecchio affronto, richiama le sue legioni senz'anima per ripulire il reame che ritiene suo e riaffermare il dominio della morte su tutte le cose, mentre la Guerra di Cieli e Morte ricomincia.

The Silver Shard e Soul Wars sono i due romanzi di luglio che attendo maggiormente. In questo libro vedremo l'inizio delle guerre dell'anima e l'uscita della sua copertina porta alla luce anche l'immagine di un nuovo tipo di Stormcast Eternals di cui ancora non conosciamo il nome.


Come al solito, ogni mese vede anche l'uscita delle edizioni in copertina flessibile di svariati libri, quindi ecco una lista di quelle attualmente conosciute:
  • Sin of Damnation, di Gav Thorpe (ristampa)
  • The Horusian Wars: Resurrection, di John French
  • Hammerhal, di Josh Reynolds (ristampa separata dal resto dell'antologia Hammerhal & Other Stories)
  • Crusade, di Andy Clark (ristampa separata del resto dell'antologia Crusade & Other Stories)
  • City of Secrets, di Nick Horth
  • Black Legion, di Aaron Dembski-Bowden
  • Assault on Black Reach, di Nick Kyme (ristampa)
  • Sons of the Hydra, di Rob Sanders
  • Castellan Crowe: Castellan, di David Annandale

Questo è tutto per luglio 2018!

mercoledì 4 aprile 2018

Warhammer 40.000 - Wrath & Glory: il nuovo GDR potrebbe uscire ad agosto


Mentre Warhammer Fantasy Roleplay e Warhammer Age of Sigmar Roleplay verranno gestiti da Cubicle 7, il nuovo gioco di ruolo tradizionale di Warhammer 40.000 è nelle mani di Ulisses North America.
Wrath & Glory è un gioco di ruolo che sfrutta un sistema a D6 che potrebbe suonarvi familiare nel caso abbiate mai giocato a Savage Worlds e/o Memento Mori. In sostanza, per superare un test, il vostro personaggio deve tirare un certo numero di D6, dove il 4+ è un successo e il 6 è un successo esaltato (vale due successi). Determinando il livello di successo o fallimento, è possibile avere particolari casi in cui si presentano dei ", ma..." negli esiti delle vostre azioni.

In un'intervista per Tabletop Games UK, il lead designer Ross Watson ha dichiarato:
Il nostro obiettivo è lanciarlo al Gen Con 2018! Come sempre, le ultime news sono reperibili su ulissesnorthamerica.com
Il Gen Con 2018 si terrà dal 2 al 5 agosto nella città di Indianapolis e il lancio, oltre al manuale base e il Beginner's Box dedicato ai neofiti dei GDR, potrebbe prevede anche uno schermo per GM. Successivamente, per il gioco sono già in cantiere Dark Tides, ossia un'antologia di avventure ambientata sul mondo oceanico Charybdion, e Imperium Nihilus, ossia la prima campagna in quattro parti, ognuna dedicata a una specifica parte della regione in cui è ambientato il gioco.

Se graditi, realizzerò occasionalmente degli articoli che spiegheranno le meccaniche di Wrath & Glory conosciute fino ad ora.

martedì 3 aprile 2018

Momenti BG 46: Tra Forgebane e il nuovo Codex: Necron


Recentemente è uscito nei negozi il Codex: Necron di 8a edizione e leggendolo ho trovato una buona dose di nuove informazioni che sicuramente interesseranno a qualsiasi appassionato di questa razza. Vediamo un po' quali novità ci ha offerto questo nuovo manuale.

Innanzitutto abbiamo svariate nuove informazioni sulle Dinastie, tra cui un bel po' di schemi di colore.

Dinastia Sautekh
  • Imotekh si sta spingendo sempre di più nella Frangia Esterna. Su Macragge, i rapporti di attività Necron hanno raggiunto l'attenzione di Marneus Calgar; l'Arcamondo Iyanden sta fronteggiando il pericolo posto dalle Legioni della Sautekh; i territori dell'Impero T'au sono stati invasi; scoppiano le Guerre di Assorbimento e Imotekh cerca di annettere tutti i mondi tomba risvegliatisi in seguito all'apertura della Grande Fenditura, iniziativa che porta la Dinastia Sautekh ad affrontare i demoni su una dozzina di pianeti.
  • La Dinastia Horth veniva citata tra quelle il cui mondo-corona venne ridotto in polvere, ma ora scopriamo che il Celestium Emriit della Dinastia Horth fu uno di coloro che si sottomisero alla Sautekh di Imotekh.
  • L'unico Necron che possa rivaleggiare con Imotekh in quanto a potere è il Nemesor Zahndrekh, ma, considerato il suo stato mentale, è considerato poco minaccioso.
Dinastia Nephrekh
  • Nel Codex di 7a edizione ci veniva detto che il Phaeron Sylphek, talmente ossessionato dalla luce generata dalle stelle del suo sistema trinario, desiderò vestirsi della loro gloria. Così i suoi Cryptek gli crearono una pelle d'oro vivente, un dono che poi condivise con i suoi sottoposti. Ora abbiamo maggiori dettagli. I Cryptek crearono una "pelle" di metaoro vivente capace di trasformarsi in pura luce attraverso processi iperalchemici. Ora ciò permette a Sylphek di assumere una "forma dorata" che lo fa apparire come una sorta di dio celestiale. I suoi Signori Supremi, invece, possono assumere temporaneamente questa forma di luce vivente, mentre i guerrieri di basso rango della Nephrekh possono attivare le tracce di metaoro presente nei loro corpi metallici per spostarsi in campo aperto ad una velocità impressionante. La Nephrekh sta cercando di rendere questo processo permanente.
Dinastia Nihilakh
  • I Cryptek della Dinastia Nihilakh hanno iniziato a costruire strani sistemi monolitici intorno alle proprie frontiere. Tuttavia, il loro scopo è ancora ignoto.
Dinastia Novokh
  • Nel Codex: Space Marines di 6a edizione veniva nominato il Re Cremisi, un Signore Supremo che venne sconfitto da Kardan Stronos delle Mani di Ferro nel 900.M41. Alla fine di White Dwarf 54 del 2015, invece, veniva nominato il Dio Cremisi, un C'tan Trascendente utilizzato dalla Dinastia Novokh, ma era semplicemente un modello a cui erano stati dati un nome e un'appartenenza. Diciamo che, pur avendolo io stesso inserito in Momenti BG 25 per parlare dei C'tan, la sua canonicità non era esattamente sicura. Allo stesso modo, in White Dwarf 69 ci veniva presentano un Signore Supremo dipinto con lo schema di colore della Novokh e a cui era stato dato il nome Galmakh, l'Uccisore di Lune. Il soprannome risaliva ai tempi precedenti al Grande Sonno, durante i quali Galmakh usava distruggere le lune dei pianeti nemici in modo da destabilizzare il loro equilibrio gravitazionale. All'interno di questo Codex viene tutto canonizzato in maniera definitiva e il Dio Cremisi è una scheggia comandata dal Re Cremisi. 
  • Attualmente la Novokh sta affrontando grandi masse di pelleverde e più di un Kapoguerra è stato cancellato dall'esistenza dal Dio Cremisi.
Dinastia Charnovokh
  • Fin dall'arrivo dei Tiranidi nella Frangia Esterna, la Dinastia Charnovokh inizia ad utilizzare grandi quantità di Arche Fantasma. Milioni di Necron giacciono nei regni della Charnovokh senza la possibilità di essere riparati, perciò la Dinastia raccoglie i materiali dai mondi consumati e lasciati indietro dai Tiranidi per costruire moltissime Arche Fantasma e usarle per raccogliere e riparare i Necron sparsi nei loro territori.
  • La Dinastia Charnovokh dà molto valore ai Cacciatori del Triarcato perché sono bastioni d'ordine, legge e coordinamento in guerra.
Dinastia Nekthyst
  • Un tempo, il grande conquistatore Phaeron Oblis lo Schiavista fece adirare il Triarcato rifiutandosi di aderire ai suoi decreti. Per questo, quando il mondo-corona Moebius della Dinastia Nekthyst venne attaccato da una colossale Waaagh! orkesca, il Triarcato non offrì alcun aiuto. Gli Orki vennero respinti, ma i Moebius e gran parte dei territori della Nekthyst vennero devastati.
  • Da quel giorno, questa Dinastia cambia la propria araldica e si mantiene isolata dai propri simili, inoltre comincia a difendere i propri domini con ogni mezzo, indipendentemente da quanto crudele.
Dinastia Ogdobekh
  • Un tempo, la Dinastia Ogdobekh stipulò un accordo di mutuale sostegno con la fazione dei Cryptek. Tramite continui scambi di risorse e tecnologie, il Phaeron Anathrosis della Stella Nera arrivò ad avere buona parte della propria corte formata da Cryptek, inoltre egli si circondò di un'enorme armata di costrutti Canoptek chon il compito di rigenerare le sue legioni in caso di ogni tipo di compromissione. Come se non bastasse, furono i sistemi di backup a tre livelli a permettere alla Dinastia Ogdobekh di emergere perfettamente intatta dal Grande Sonno.

Tra svariati nuovi eventi miscellanei senza particolari conseguenze, parliamo di due eventi piuttosto importanti.

Si stimano oltre mille mondi tomba risvegliati, mentre altri miliardi di Necron si stanno svegliando. Ciò è causato da numerosi motivi, tra cui la Cicatrix Maledictum e ciò di cui parleremo ora.

Per ordine di Belisarius Cawl, il Magos Dominus Dentrex Ologostion guida un'operazione di scavo che riporta alla luce la pietranera sepolta sotto la superficie del mondo forgia Amontep II. Viene quindi scoperto un sistema di obelischi fatti di noctilith, ossia il vero nome della pietranera, parola che corrisponde alla sua versione in Basso Gotico. Allo stesso tempo, legioni di Necron sorgono da Amontep II e si scopre la verità sul pianeta. Si tratta chiaramente di un mondo tomba.
Questo evento non finisce qui, poiché è un mini-riassunto della scatola Forgebane, altra uscita piuttosto recente. Vediamo di cosa parla il manuale compreso in questa scatola.


Belisarius Cawl ordina a numerosi tecnopreti di cercare tracce del materiale conosciuto come noctilith e il Magos Lastarvia risponde riportando dei risultati positivi nelle analisi preliminari del pianeta Amontep II insieme a delle anomalie sismiche.
Così Dentrex Ologostion riceve il compito di indagare oltre e si trova a dover affrontare i Necron comandati da Agdahax, un Cryptek Tecnomandrita.
Ma cosa sono i Tecnomandriti?
Il loro nome completo è Tecnomandriti di Magistrakh e sono tra i Cryptek più brillanti, una fazione che conteneva gli inventori delle armi gauss e dei raggi traslocatori da dimensioni portatili a spazio materiale, ma soprattutto coloro che ai tempi dei Necrontyr compresero la manipolazione della pietranera e la utilizzarono per creare obelischi e piloni. Talmente brillanti e potenti che il Re Silente Szarekh iniziò a vederli come una minaccia, motivo per cui architettò la loro caduta, ma ciò non vuol dire che scomparvero.
Sono rimasti esiliati fino all'apertura della Grande Fenditura, la quale ha attivato protocolli anti-Warp che hanno rilasciato i Tecnomandriti. Un evento che l'Adeptus Mechanicus ha chiamato Tempesta di Metallo.

Ma torniamo ad Amontep II. Tramite le successive analisi, Ologostion trova una zona che sarebbe risultata ricca di minerali, perciò chiama il Bellerophobos, una navetta da sbarco modello Quadrus, usandolo in maniera non convenzionale per ripulire un po' la zona dalla sabbia. Quando gli Skitarii di Ologostion stanno per iniziare a raccogliere campioni di pietranera, le sabbie ad ovest si smuovono e i Necron attaccano. Le forze dell'Adeptus Mechanicus cercano di sopravvivere ad una crescente massa di Necron accompagnata dal costante smuoversi delle sabbie che porta un'antica metropoli Necron ad elevarsi e venire allo scoperto. Pur subendo svariate perdite, Ologostion riesce a fuggire da Amontep II a bordo del Bellerophobos, portando con sé un campione utile di pietranera. Mentre il Magos fugge, una grande fenditura gialla inizia ad aprirsi nel cielo.

Questo non è l'unico conflitto di cui si parla in Forgebane. All'interno troviamo brevi resoconti di altri conflitti avvenuti o in corso.
  • Le forze espansionistiche della Dinastia Sautekh attaccano i sistemi Tigrus, Bellus Prime e Attila.
  • La Casata Vulker affronta le proprie battaglie quando molte delle sue catene montuose più remote e inospitali si scoprono essere grandi tombe Necron.
  • La Casata Terryn si ritrova ad affrontare Necron che sorgono dal loro mondo natale Voltoris. L'Alto Re Tybalt richiama le proprie forze dal Golfo di Damocles lasciando vulnerabili i difensori di Agrellan.
  • I signori di Metalica e i loro Cavalieri alleati stanno cercando di respingere la crescente potenza Necron della Dinastia Oruskh.
  • Le Selvagge Guerre d'Acciaio colpiscono i pianeti Vorinth e Dragon's End, portando la Dinastia Novokh a scontrarsi con le Casate Neo-Illius e Griffith.
  • La Dinastia Mephrit attacca i pianeti Krastellan e Unverrdt IX, rispettivamente il mondo natale della Casata Hawkshroud e il mondo forgia su cui gli Angeli Sanguinari spediscono spesso dei confratelli per essere addestrati come Techmarine. Ondate di Skitarii vengono distrutte, ma Krastellan resiste. Su Unverrdt IX, nessun'altra informazione.
  • Cinque vascelli della Dinastia Ogdobekh riescono a raggiungere Marte! Quattro vengono distrutti, ma uno atterra vicino al Labirinto Noctis. Successivamente, anche questi Necron vengono eliminati.

Infine parliamo del Dragone del Vuoto e dell'Estraneo.
Il nuovo Codex ci conferma che l'Estraneo viva all'interno di un pianeta cavo nella parte meridionale della galassia, mentre per il Dragone del Vuoto ci viene suggerita ancora una volta la sua presenza sotto Marte. In realtà il fatto che il Dragone si trovi sotto Marte è ormai confermato.
Già nel 2008 uscì Mechanicum di Graham McNeill e vidimo letteralmente il Dragone all'interno del Labirinto Noctis, ma alcuni pensavano che potesse non essere un C'tan, ma qualcosa di totalmente non relazionato. Nel 2016 questa cosa è stata smentita grazie al romanzo The World Engine e i Necron di Borsis, diretti verso Marte, che pronunciano questi due spezzoni:
"Pensi che ciò che risiede su Marte ti accoglierà come un liberatore? Ti farà a pezzi, Heqiroth di Nephrekh! Tu che non l'hai venerato, tu che hai continuato a tradire la sua specie, ti distruggerà!"
"La tua razza appassirà quando la mia dinastia risveglierà il Dra-"
Ovviamente non troveremo mai su un romanzo o manuale la frase affermativa: "Una gigantesca scheggia di Dragone del Vuoto risiede nel Labirinto Noctis sotto la superficie di Marte.", ma abbiamo realmente bisogno di ulteriori conferme?

E con questo abbiamo finito. Vedremo cosa ci attende nel futuro di questa storia di conflitti tra l'Adeptus Mechanicus e i Necron, per non parlare di questa "corsa alla pietranera".


BIBLIOGRAFIA
---------------------
Se ti è piaciuto questo articolo, puoi valutare l'idea di sostenermi tramite una piccola donazione singola su Ko-Fi (Offrimi un Caffè) oppure tramite un abbonamento da un dollaro o più su Patreon che ti permetterà di leggere in anteprima gli articoli delle rubriche Momento. Questo mi può aiutare a sostenere le spese per il materiale usato per scrivere le varie rubriche dell'Astropate e a creare nuovi progetti interessanti.
Grazie mille a tutti i miei sostenitori.

domenica 1 aprile 2018

Warhammer Fantasy Roleplay 4a edizione: uscirà a giugno!


Sta iniziando a diffondersi una notizia che finora era passata piuttosto inosservata. The Beasts of War ha recentemente intervistato Richard Denning e Tony Hyams, due organizzatori dell'UK Games Expo.
Durante l'intervista,, Tony Hyams ha citato la presenza di grandi nomi all'interno dell'evento e ha calato il martello con una grande notizia:
Cubicle 7 lancerà la quarta edizione di Warhammer Fantasy Roleplay proprio durante l'UK Games Expo 2018, il quale si terrà dall'1 al 3 giugno.


Potete vedere personalmente l'annuncio in questo video e andando a 18:50.

Non ci sono ancora notizie riguardanti una possibile traduzione italiana.